“Siamo pronti a coltivare questa missione che ci viene data, mi auguro che diventi un appuntamento fisso in questi summit”. Così il sindaco di Firenze, Dario Nardella, nel corso della presentazione alla stampa del G7 della Cultura che si terrà nel capoluogo toscano il 30-31 marzo. “La cultura è la chiave di svolta per affrontare le sfide a livello globale, anche quelle economiche. Condividiamo pienamente l’obiettivo del ministro, ovvero il ruolo dell’Italia nel mondo per la tutela del patrimonio culturale, e siamo convinti che le città possono affiancare gli Stati in questa sfida”. Nardella ha poi spiegato che in occasione del G7 “davanti a Palazzo Vecchio ci sarà la ricostruzione dell’arco di Palmira: una valenza simbolica della cultura come antidoto alla violenza e al terrorismo. Firenze sarà portavoce di tutte le città del mondo che ospitano beni culturali”, ha concluso il primo cittadino.

Comments are closed.