Antonia Pasqua Recchia, segretario generale mibact

I Caschi blu della cultura, l’iniziativa lanciata dall’Italia nel 2015 per sollecitare la comunità internazionale a difendere il patrimonio culturale minacciato dall’Isis, sono pronti per la prima missione su richiesta dell’Unesco. Lo ha detto il segretario generale del Mibact, Antonia Pasqua Recchia, nel corso della conferenza stampa finale del G7 della cultura che si è tenuto a Firenze. “I temi affrontati questa mattina nel corso della riunione sono stati: le normative internazionali – con l’obiettivo di armonizzare tutte le leggi volte alla conservazione del patrimonio – gli strumenti per lotta al traffico beni culturali e infine il tema della formazione. Non c’è ancora la consapevolezza di quanto sia dannoso il traffico di opere d’arte. La percezione dell’impatto negativo che porta questo fenomeno deve essere rafforzata”. Nei prossimi mesi, ha quindi annunciato, “ci sarà una prima missione dei Caschi blu della cultura su richiesta dell’Unesco e del paese interessato, o Siria o Iraq”.