Aula del senatoIn settimana prosegue nell’Aula del Senato l’esame del disegno di legge sul “Riconoscimento della lingua italiana dei segni”. Il provvedimento prevede, tra l’altro, che l’utilizzo della lingua italiana dei segni (LIS) sia consentito e agevolato nei rapporti con le amministrazioni pubbliche e con gli enti locali, nonché nei procedimenti giudiziari civili e penali. Inoltre, che ne venga garantito l’insegnamento della nelle scuole primaria e secondaria di primo grado nonché l’utilizzo dell’interprete della LIS nelle scuole superiori e nelle università. Infine, la legge stabilisce che vengano incentivate le trasmissioni televisive nelle quali è utilizzata la LIS e quelle gestite dai sordi.

Martedì, durante la riunione congiunta tra le Commissioni Cultura e Agricoltura di Palazzo Madama, si terrà l’audizione informale di rappresentanti del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA) sull’affare assegnato relativo al rilancio del settore agricolo con riferimento a istruzione e formazione. In sede consultiva in Commissione Cultura del Senato si discute inoltre del ddl sull’enoturismo, provvedimento in prima lettura a Palazzo Madama, che riconosce l’enoturismo quale forma di turismo dotata di specifica identità e ne declina le caratteristiche.

Il provvedimento fissa inoltre i requisiti necessari per l’abilitazione a svolgere attività enoturistica, rimanda alle regioni la disciplina delle modalità di rilascio del certificato di abilitazione e specifica le disposizioni fiscali e previdenziali da applicare a tale settore. Specifica quindi i requisiti necessari al conseguimento della certificazione dell’accoglienza e introduce la redazione di un Piano strategico nazionale di promozione del turismo del vino italiano da parte del Ministero delle Politiche agricole.

In programma al Senato anche l’esame del ddl che reca “Disposizioni per la promozione e la disciplina del commercio equo e solidale”. Inserisce tra i punti cardine di tale commercio il pagamento di un prezzo equo; misure a carico del committente per il graduale miglioramento della qualità del prodotto o del servizio o dei suoi processi produttivi, nonché in favore dello sviluppo della comunità locale alla quale il produttore appartiene o in cui opera; il progressivo miglioramento dei livelli di impatto ambientale della produzione; l’obbligo del produttore di garantire condizioni di lavoro sicure, nel rispetto delle normative stabilite dall’Organizzazione internazionale del lavoro, di remunerare in maniera adeguata i lavoratori, in modo da permettere loro di condurre un’esistenza libera e dignitosa, e di rispettare i diritti sindacali, nonché di impegnarsi per il contrasto del lavoro minorile.

Prosegue l’esame in Senato delle “Disposizioni per la celebrazione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e Raffaello Sanzio e dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri”, testo che, all’articolo 2, prevede l’istituzione di tre distinti Comitati nazionali per Leonardo, Raffaello e Dante, che sono posti sotto la vigilanza del Mibact, e hanno sede presso lo stesso Ministero. Ai Comitati è attribuito un contributo di € 1.150.000 ciascuno, per il periodo dal 2018 al 2021, per complessivi € 3.450.000. Più nello specifico, l’autorizzazione di spesa è pari a € 450.000 per il 2018 e a € 1 milione per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021.

I criteri di assegnazione e di ripartizione annuale dei contributi saranno stabiliti con decreti del Mibact, sulla base del cronoprogramma delle attività di ciascun Comitato. Alla copertura degli oneri si provvede riducendo l’autorizzazione di spesa per gli istituti afferenti al settore museale che, a tal fine, ha autorizzato la spesa di 10 milioni di euro annui, a decorrere dal 2016. Il termine per la presentazione di emendamenti a questo ddl è previsto per le 18 di martedì 23 maggio.

Prosegue quindi l’esame della “Delega al Governo per il codice dello spettacolo” e quello delle “Disposizioni relative alla corresponsione di borse di studio ai medici specializzandi ammessi alle scuole di specializzazione dal 1978, specializzati negli anni dal 1982 al 1992, e all’estensione dei benefici normativi ai medici specializzandi ammessi alle scuole di specializzazione universitarie negli anni dal 1993 al 2006”, così come le “Norme per incentivare l’insediamento in Italia di istituzioni accademiche straniere” e le “Norme per la statizzazione degli istituti musicali pareggiati”.

Mercoledì alle 14 è in programma in Senato l’audizione del direttore generale per il cinema del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo sullo stato di avanzamento dei decreti attuativi della legge n. 220 del 2016 nonché sull’applicazione del tax credit.

Articoli correlati:

Leonardo, Raffaello e Dante, Camera approva Ddl per celebrazioni

Cinema, Franceschini: entro estate emanati tutti i decreti attuativi della nuova legge

Cinema, Borletti Buitoni (Mibact): a oggi 3 decreti sono in corso di sottoposizione alla firma del ministro

Rispondi