“Finalmente il vasto settore dello Spettacolo dal vivo avrà a disposizione un quadro normativo organico e unitario. È una legge di sistema attesa da 40 anni, frutto di un lungo lavoro che ha visto impegnata tutta la Commissione Cultura del Senato”. E’ quanto dichiara la vicepresidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi, relatrice del nuovo Codice dello Spettacolo dal Vivo, approvato oggi in Commissione Cultura ed atteso al voto finale di palazzo madama, a luglio.

“Lo spettacolo dal vivo è un circuito grande e prezioso che genera cultura, lavoro ed economia, dando risultati che il nostro paese deve apprezzare ed incrementare. Con questa legge, attesa sin dagli anni ottanta, speriamo di dare a tutti i protagonisti dello Spettacolo dal Vivo lo strumento di riferimento per un nuovo sviluppo. Il quadro normativo approvato punta a favorire la qualità delle produzioni, i giovani artisti e tutte le imprese ed i lavoratori del settore, prevede collaborazioni con la scuola, estende l’art bonus e dà riconoscimento giuridico a tante manifestazioni storico artistiche fin qui escluse” prosegue Di Giorgi. “Inoltre, e di questo sono particolarmente fiera, questa legge ribadisce anche la doverosa attenzione alle regioni colpite dal terremoto, che anche per il 2018 potranno beneficiare di importanti stanziamenti per le attività culturali su territori così duramente colpiti dal sisma” .

One Comment

  1. Pingback: Codice spettacolo, la prossima settimana al via discussione in Aula Senato / scheda - AgCult

Rispondi