Palazzo Madama senato culturaLa settimana della cultura al Senato vede al centro dell’attività di Palazzo Madama l’esame in aula del Codice dello Spettacolo con la nuova e più ricca dotazione del Fus, l’Art Bonus esteso anche al teatro e alla danza e 4 milioni di euro (che vanno a ridurre il finanziamento del teatro Eliseo) destinati per il 2018 a eventi culturali nei territori colpiti dal sisma. In commissione Industria approda per la seconda (si spera che sia l’ultima) volta il Ddl Concorrenza. Varato nel 2015 è alla quarta lettura dopo le ultime modifiche apportate dalla Camera il mese scorso. In Commissione Istruzione e Beni culturali arrivano mercoledì undici accordi internazionali di cooperazione culturale e scientifica. La parte più consistente della spesa totale di circa 2,7 milioni per ciascun anno del prossimo triennio andrà, in particolare, a favore di Corea del Sud e Singapore.

Martedì

In Aula è all’ordine del giorno il testo proposto dalla Commissione Istruzione sul Codice dello spettacolo (ddl n. 2287-bis e connessi). Nel corso dell’esame in commissione è stata aumentata la dotazione del Fondo unico per lo spettacolo “di 9.500.000 euro per ciascuno degli anni 2018 e 2019 e di 22.500.000 euro a decorrere dall’anno 2020”. L’ Art Bonus viene esteso anche ai finanziamenti per le orchestre e i centri di produzione di teatro e di danza e non più solo alle fondazioni liriche. Inoltre per il prossimo anno è stata autorizzata la spesa di 4 milioni di euro, dimezzando lo stanziamento di 8 milioni di euro che il Teatro Eliseo aveva ottenuto nella Manovrina, in favore di attività culturali nei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, interessati dagli eventi sismici.

In Commissione Istruzione e Beni Culturali si discute in sede consultiva, per un parere alla Commissione Bilancio, la Conversione decreto-legge 20 giugno 2017, n. 91, recante Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno. La Commissione ha esaminato il provvedimento nella seduta del 4 luglio rinviando il seguito dell’esame.

Sempre in sede consultiva la Commissione prosegue l’esame del ddl sugli Orfani dei crimini domestici, assegnato in sede referente alla Commissione Giustizia. La Commissione ha iniziato in sede consultiva l’esame il 4 luglio con la relazione della relatrice Puglisi.

Arriva in 7a Commissione per il parere alla 13a Commissione il testo, in seconda lettura, che reca Modifiche alla legge 6 dicembre 1991, n. 394, e ulteriori disposizioni in materia di Aree protette, approvato il 20 giugno dalla Camera. Relatrice Elena Ferrara.

In sede referente prosegue l’esame del ddl che reca Iniziative per preservare la memoria di Giacomo Matteotti e di Giuseppe Mazzini. Sul provvedimento è stato acquisito nelle scorse settimane il parere favorevole di tutti i gruppi per il passaggio dell’esame in Commissione in sede deliberante e quindi si attende che il testo venga ri-assegnato per poter procedere con il nuovo esame.

Restano all’ordine del giorno le “Disposizioni per la celebrazione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e Raffaello Sanzio e dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri”, le “Norme per incentivare l’insediamento in Italia di istituzioni accademiche straniere”, le “Norme per la statizzazione degli istituti musicali pareggiati”, il ddl sulle “Borse di studio per medici specializzandi”, la “Disciplina delle professioni di educatore professionale socio-pedagogico, educatore professionale socio-sanitario e pedagogista” su cui la Commissione è a lavoro da febbraio e le “Norme per l’educazione alla cittadinanza economica” il cui esame è fermo da alcuni mesi.

Sempre martedì, alle 15,30, sbarca in sede referente in Commissione Industria e commercio la Legge annuale per il mercato e la concorrenza (Ddl Concorrenza). Approvata dalla Camera dei deputati, modificata dal Senato e nuovamente modificato da Montecitorio, torna ora a palazzo Madama per quello che, ci si augura, possa essere il via libera finale al provvedimento varato dal governo nel 2015. Il disegno di legge contiene norme rilevanti per il settore della cultura: diritti connessi al diritto d’autore e tutela, circolazione, e commercio dei beni culturali; ma anche riproduzione dei beni culturali, bigliettazione elettronica ed erogazioni liberali.

In commissione Bilancio è previsto il parere sul provvedimento che prevede la Disciplina del cinema, dell’audiovisivo e dello spettacolo. In commissione Agricoltura prosegue l’esame del ddl sull’Enoturismo.

Mercoledì

Prosegue l’esame iniziato martedì dei ddl assegnati alla 7a Commissione in sede consultiva cui si aggiunge la richiesta di parere alla 3a Commissione su un ddl di ratifica di Accordi internazionali di cooperazione culturale e scientifica. Questi accordi interessano in particolare Camerun, Corea del Sud (cooperazione culturale e scientifica), Costa Rica, Gabon, Kirghizistan, Laos, Montenegro, Repubblica Domenicana, Singapore e Sri Lanka. Gli oneri a carico dello Stato derivanti da questo ddl sono ripartiti tra Ministero degli Esteri, Ministero dell’Istruzione e Ministero dei Beni Culturali e ammontano a 2,7 milioni di euro per il 2017, 2,7 milioni per il 2018 e 2.828.000 per il 2019. DI queste cifre la maggior parte, quasi 800mila euro all’anno, sono destinate alla Corea del Sud (in particolare per la cooperazione scientifica e tecnologica) e, 440mila all’anno, a Singapore. Al termine della seduta è previsto un ufficio di presidenza per la programmazione dei lavori della Commissione.

Leggi anche:

Cultura, la settimana alla Camera: proseguono esami su “cortei storici” e “Inno di Mameli”

Ddl Concorrenza: Ok alla Camera, torna al Senato. Ecco tutte le norme sulla cultura

Codice Spettacolo, Fus +19 mln nel biennio 2018-2019, +4mln per paesi colpiti dal sisma

Matteotti, via libera in commissione Cultura alla ‘deliberante’. La parola a Grasso

One Comment

  1. Pingback: Cultura, la settimana alla Camera: proseguono esami su “cortei storici” e “Inno di Mameli” - AgCult

Rispondi