mibact collegio romanoArriva la task force operativa “PA-Obiettivo efficienza energetica” con il Gse, per supportare la Pubblica Amministrazione nella realizzazione di interventi di riqualificazione energetica. I primi interventi della task force saranno effettuati nel Comune di Assisi e per alcuni progetti del Mibact nell’ambito dell’Accordo Quadro con Enea per il supporto tecnico-scientifico, la sicurezza sismica e la conservazione del patrimonio culturale. Lo ha annunciato il presidente dell’Enea Federico Testa durante la presentazione del sesto rapporto annuale dell’ente.

“Il nostro Paese, nel suo complesso, presenta un buon livello di efficienza energetica, soprattutto nel settore industriale, mentre per la Pa è necessario un vero salto di qualità – ha dichiarato il presidente dell’Enea Federico Testa -. I consumi degli immobili della Pa risultano più elevati della media nazionale e ciò rende critico il rispetto della Direttiva sulle prestazioni energetiche degli edifici nel caso di nuove costruzioni o di riqualificazioni importanti (deeprenovation), in vigore dal 2019 per gli edifici pubblici”, ha spiegato Testa. I ‘cantieri per l’efficienza nella PA’ potranno contare sull’esperienza maturata da Enea e Gse con le diagnosi energetiche di alcuni edifici di particolare valenza, quali i Palazzi Montecitorio e San Macuto, l’Ospedale del Celio e il Comando Generale dei Carabinieri a Roma. Saranno inoltre attivati specifici strumenti operativi a supporto della Pa con siti dedicati e consulenze degli esperti su tematiche di maggiore interesse, anche in ‘diretta’ sui social network.

Rispondi