“Ragazze e ragazzi di tanti paesi  innamorati di cinema che vengono a Giffoni per guardare i film, giudicarli, condividere un’esperienza tra diverse lingue, religioni e culture è veramente una prova di quello che può essere il nostro presente, fatto di ponti e non di muri. Di questo l’Italia deve essere molto orgogliosa, anche perché da quest’anno la nuova cittadella del cinema renderà permanente Giffoni non solo nei giorni del festival ma anche come luogo di incontri, di studi, di ricerca e di formazione legati al cinema e alla creatività”. Così ha dichiarato il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, intervenendo all’inaugurazione della 47. edizione del Giffoni Film Festival.

Rispondi