manoscritto persiano mibactDue nuovi premi straordinari alla carriera per la traduzione vedranno la luce quest’anno grazie a un decreto firmato lo scorso 20 luglio dal ministro dei Beni culturali. Si tratta di un premio alla carriera ad un traduttore dalla lingua russa in lingua italiana “che abbia dato un significativo contributo al settore delle traduzioni, traducendo opere classiche o contemporanee della cultura russa”. E un Premio alla carriera ad un traduttore dalla lingua persiana in lingua italiana “che abbia dato un significativo contributo” nel medesimo settore. Le novità come si legge nel decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale, rientrano nell’ambito dei premi nazionali conferiti annualmente dalla Direzione generale biblioteche e Istituti culturali e verranno assegnati da una Commissione di esperti, operante presso la Direzione generale competente. A spingere alla creazione dei due nuovi premi, come si legge nelle premesse del decreto, la necessità di sostenere l’impegno culturale dell’Italia nei confronti dei Paesi del vicino Oriente e della Russia: il nostro paese infatti è stato Ospite d’Onore quest’anno alla Fiera del libro di Teheran, istituendo nell’ambito Progetto Biblioteca Italia un Fondo presso il Dipartimento di italianistica dell’Università di Teheran ed è stato invitato in qualità di Paese ospite d’Onore alla Fiera del libro “Non fiction” di Mosca per il 2018.

 

Articoli correlati:

Ue riduce l’Iva per gli e-book, Franceschini: finalmente #unlibroèunlibro

Libri, Franceschini: sostegno al settore è una sfida importante che serve al paese

Rispondi