Arrivano dal Cipe le risorse per salvare Matera capitale della cultura 2019 dall’isolamento e per valorizzare le linee ferroviarie minori attraverso un rilancio del turismo. Il Comitato per la programmazione economica ha infatti dato il via libera al Contratto di Programma – parte Investimenti 2017-2021 –, tra il ministero delle infrastrutture e dei trasporti e Rete Ferroviaria Italiana stanziando 210 milioni di euro destinati alla ripresa dei lavori della Linea Ferrandina – Matera, unica opera di RFI ad oggi iscritta nell’anagrafe delle opere incompiute e 36 milioni di euro per le ferrovie turistiche. Lo specifico programma individuato dal Cipe è rivolto in quest’ultimo caso a una valorizzazione delle linee ferroviarie minori in funzione della fruizione paesaggistica e dell’accessibilità ai siti di maggior interesse sotto il profilo ricettivo, per sottolineare la grande importanza riservata al turismo, anche a supporto dello sviluppo economico nazionale. Tra le linee considerate, la Benevento‐Pietralcina, la Campobasso‐Termoli, la Agrigento‐Porto Empedocle.

 

Articoli correlati:

Ferrovie storiche, Franceschini: si valorizzeranno centinaia di km di linee ferroviarie straordinarie

Ferrovie storiche, Bianchi (Mibact): Dovremo trovare le risorse. Sta crescendo la voglia di un turismo più lento

Turismo, Delrio: Italia merita di essere vissuta “in maniera dolce”

Rispondi