Soddisfazione da parte del sottosegretario ai Beni culturali Ilaria Borletti Buitoni per il via libera del Senato al provvedimento sulle celebrazioni “dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci (2019) e Raffaello Sanzio (2020) e dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri (2021)”. “Se una nazione è viva lo si vede non tanto da cosa la divide quanto da cosa la unisce – ha scritto la sottosegretaria sul suo blog –. Ieri al Senato è stato approvato in via definitiva il decreto di iniziativa governativa”, “permettendo all’Italia di programmare con il necessario anticipo celebrazioni non retoriche o affrettate, con un programma scientifico, espositivo e celebrativo capace di far risuonare quanto di universale hanno ancora da offrire al mondo questi grandi italiani, grazie al loro pensiero e alle loro opere. Pensieri e opere che compongono l’identità italiana, e la cui celebrazione costituisce per il nostro paese anche un’irripetibile occasione di promozione nel mondo”. Secondo Borletti Buitoni “sarà forse piccola cosa, ma il fatto che” il provvedimento sia stato “approvato quasi all’unanimità e con pochissime astensioni è il segno che la nostra identità nazionale è ancora capace di brillare sotto la polvere e i detriti dei molti problemi che la soffocano. Malgrado infatti l’Italia stia ancora cercando il proprio posto nel nuovo mondo della globalizzazione, e questo abbia un impatto politico e identitario tra i cittadini e nel dibattito pubblico talvolta lacerante e divisivo, questo piccolo atto legislativo pare conferma che invece l’Italia sappia bene chi sia e da dove viene. Se sul futuro vi è dunque incertezza, non vi è però sul comune passato e sul nostro presente – ha concluso Borletti Buitoni –. Possiamo anche per questo allora guardare avanti con fiducia. Ce ne sono tutte le condizioni, anche davanti ad una campagna elettorale che si preannuncia talmente incerta da talvolta spaventare”.

IL PROVVEDIMENTO

La legge istituisce per gli anni 2018-2021, comitati nazionali per le celebrazioni, attribuendo a ciascuno un contributo di 1.150.000 euro. Ai comitati spetta il compito di elaborare il piano delle iniziative culturali, di predisporre il piano economico, di elaborare programmi da realizzare attraverso il coinvolgimento di soggetti pubblici e privati, di predisporre programmi per favorire processi di sviluppo turistico-culturale. La specificità del provvedimento risiede nell’interazione della programmazione culturale e nel coordinamento delle attività di ciascuno dei Comitati, che non opereranno, quindi, in modo frammentario e individuale. Essi dovranno collaborare alla realizzazione permanente di un percorso mirato all’arricchimento dell’offerta culturale in termini di formazione, ricerca, divulgazione e conoscibilità delle opere degli artisti, di valorizzazione turistica dei luoghi in cui essi hanno vissuto e operato, nonché di sviluppo delle competenze degli studenti nel settore dei beni culturali.

LEGGI ANCHE:

Senato: via libera alle celebrazioni per Leonardo, Raffaello e Dante. È legge

Leonardo, Raffaello e Dante, Camera approva Ddl per celebrazioni

Rispondi