“Questa strategia parla molto italiano, e non è un caso. I risultati sono arrivati grazie al lavoro di tutti ma anche al metodo, il fare rete ha portato frutti. Adesso dobbiamo continuare a costruire questa strada”. Lo ha detto la responsabile della politica estera dell’Ue, Federica Mogherini intervenendo al convegno organizzato a Roma da Silvia Costa sulla diplomazia culturale dell’unione europea e sul ruolo che l’Italia può svolgere in questo contesto. “Credo che per noi si sia sempre registrata un’idea di cultura, abbiamo sempre pensato che investire in cultura non è solo un investimento nel passato ma anche nel presente e nel futuro, anche per la crescita economica. Noi non abbiamo mai creduto alla bugia dello scontro tra civiltà, che non è solo una bugia ma è anche pericoloso. Per smantellare questa bugia serve il dialogo, l’antidoto migliore al radicalismo e investire per rafforzare la propria identità: se non conosco la mia storia sono più esposto alle bugie, diverso se so chi sono e da dove vengo. Per noi la cultura non è un territorio di scontro ma è un bene da condividere, un terreno di incontro. La politica estera deve essere fatta anche sulla cultura, dobbiamo investire nella difesa del patrimonio culturale”.

Rispondi