Piccolo Teatro di MilanoOltre 2 milioni di euro per ristrutturare e innovare tecnologicamente le sale spettacolo o per l’acquisto di apparecchiature digitali per la proiezione. È la dotazione del Fondo di rotazione messo a disposizione dalla Regione Lombardia e approvato da una delibera di Giunta. Precisamente si tratta di 2.288.364 euro, stanziati a favore di 20 progetti sparsi su tutto il territorio lombardo, tra cui anche uno presentato dalla fondazione che gestisce “Il Piccolo Teatro” di Milano.

Circa 1 milione di euro è stato destinato a finanziare interventi in sale già attive, poco meno di 1 milione e 300mila euro per apertura di nuove sale o ripristino di sale inattive e 26 mila euro per l’unico intervento in arene o spazi all’aperto.
“In qualche caso – ha spiegato l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia, Cristina Cappellini – i beneficiari sono piccoli comuni. Le politiche regionali non siano per nulla milanocentriche, ma al contrario si prendano cura di ogni territorio e comunità. Dei 20 progetti finanziati, infatti, 18 sono stati presentati da Comuni: un dato molto importante che ci conferma quanto sia fondamentale il supporto di Regione Lombardia agli enti locali sempre più vessati dallo Stato centrale”.

ALCUNI DEGLI INTERVENTI

Il “Piccolo” di Milano, ad esempio, ha ottenuto 120 mila euro anche per dotarsi, tra le altre cose, di un sistema che permetta la sovratitolazione degli spettacoli sia in lingua italiana che in altre lingue. Duecentomila euro per il Cinema Teatro Grassi 4K a Tradate, in provincia di Varese, che intende anche aumentare la “fruizione dello spettacolo da parte di persone con disabilità”. 72 mila euro per il Teatro all’Antica di Sabbioneta (MN), uno tra i primi esempi tra gli edifici teatrali dell’età moderna e il primo europeo di teatro stabile inserito in un edificio appositamente costruito, con la previsione di interventi sull’illuminazione scenica, la diffusione sonora e la programmazione annuale degli spettacoli.
113 mila euro saranno destinati al Comune di Erba, in provincia di Como, per riqualificare la sala udienze dell’ex tribunale cittadino trasformandola in una sala polivalente con attività prevalente di spettacolo. Circa 210 mila euro sono per il Comune di Caselle Landi, in provincia di Lodi, per “riportare in vita – si legge nel progetto – un edificio pubblico di recente recupero quale spazio multifunzionale a servizio della pubblica cittadinanza e riguarda la riqualificazione dell’ex cinema del Comune”.

ASSESSORE CAPPELLINI: “INTENSO ASCOLTO DEI TERRITORI”

“Dopo un intenso ascolto dei territori – ha aggiunto l’assessore Cappellini – investiamo nuove risorse con modalità concrete per i territori stessi e le comunità. In un momento in cui le difficoltà economiche rischiano di far chiudere molte sale, per la Lombardia è motivo d’orgoglio andare in direzione contraria, non solo riaprendo sale chiuse e sostenendo l’adeguamento tecnologico di quelle già attive, ma anche mettendo a disposizione di diverse comunità lombarde e del virtuoso mondo dell’associazionismo culturale lombardo, spazi attrezzati per proposte culturali sempre più varie ed integrate”.

Rispondi