“Tra Italia e Russia esiste un’intensità di rapporti basata su un innato interesse reciproco per le rispettive culture. La cooperazione nella sfera culturale e turistica è uno dei settori chiave e prioritari nei rapporti bilaterali tra Italia e Federazione Russa.” A dirlo è Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo che oggi, a Mosca, ha partecipato alla XV sessione del Consiglio italo-russo per la cooperazione economica, industriale e finanziaria, co-presieduto dal ministro degli Esteri Angelino Alfano e dal vice premier russo Arkady Dvorkovich.

Nel corso del bilaterale di cooperazione nel settore culturale e turistico con Andoneva Olga Gennadievna, Direttore del Dipartimento Internazionale del ministero della Cultura della Federazione Russa, il sottosegretario Bianchi ha sottolineato che “Per gli anni 2018/2020, si preannuncia un’ampia collaborazione tra prestigiosi musei Italiani e russi, che culminerà con l’avvio in Russia del programma denominato “MUSEITALIANI” che porterà all’attenzione del pubblico russo opere pressoché inedite provenienti dalle collezioni dei principali musei italiani”

E parlando di turismo, ha concluso: “L’Italia è tra le mete preferite dai turisti russi: sono circa 1 milione quelli che visitano il nostro Paese. Un dato importante, frutto di un intenso e proficuo lavoro di relazione che ha portato anche all’apertura di nuove rotte aeree. L’intensificarsi delle relazioni bilaterali – ha aggiunto – hanno portato alla definizione di un piano d’azione congiunto nel 2016, firmato da me e dal vice ministro Manilova, per gli anni 2017 – 2019 che, in coerenza con il Piano Strategico del Turismo per l’Italia 2017-2022, prevede di sviluppare la valorizzazione delle destinazioni minori, dei borghi storici e del turismo enogastronomico”.

ARTICOLI CORRELATI:

Mibact, Sott. Bianchi in Cile: “La cultura diviene propulsore per i rapporti di amicizia”

Argentina, Bianchi (Sott. Mibact): Italia punta su borghi ed enogastronomia

 

Rispondi