Galleria nazionale Gnam musei“A distanza di un secolo dalla Rivoluzione d’Ottobre, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea ospita, il 13 e il 20 Novembre 2017, due giornate di studio sui massimi interpreti dell’avanguardia russo-sovietica: Sergej Michajlovič Ėjzenštejn e Dziga Vertov. Le giornate si inseriscono nella manifestazione “Il progetto e le forme di un Cinema Politico nel centario della Rivoluzione d’Ottobre” realizzata dalla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e la Fondazione Gramsci in collaborazione la Casa del Cinema, NOMAS Foundation e il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale”. È quanto si legge in una nota. “Il primo incontro si concentrerà sulle interpolazioni degli stili di Ejzenštejn e Vertov, con particolari riflessioni su montaggio e materialismo, principi teorici di ‘filosofia della storia’ ed esempi anticipatori del cybercinema moderno. Il secondo verterà invece sul ruolo di Hollywood sul comunismo, evidenziando non solo come il cinema americano abbia trattato il tema della rivoluzione e del comunismo in un solo paese (a partire dagli anni Trenta del Novecento in varie forme cinematografiche), ma anche come gli storici abbiano utilizzato l’immaginario collettivo creato dal cinema e dai media visiva per ricostruire snodi fondamentali del secolo scorso, tra i quali la rivoluzione bolscevica e ciò che essa ha generato. L’iniziativa è a cura di Pietro Montani e Giovanni Spagnoletti e gode della collaborazione e del patrocinio delle Università romane La Sapienza (dipartimenti Filosofia e Storia dell’arte e Spettacolo), Tor Vergata e Roma Tre (Dipartimento Filosofia, Comunicazione e Spettacolo)”.

Rispondi