Anna Ascani Flavia Piccoli Nardelli diritto d'autore PdDa una parte c’è il diritto morale e materiale a tutelare la paternità delle opere e a goderne dei frutti economici e dall’altra, come nel caso delle biblioteche, c’è una richiesta di apertura per rendere servizi migliori agli utenti. Nella ricerca di un equilibrio tra queste due posizioni che di volta in volta si polarizzano si concretizza il ruolo della politica. È il punto di vista della presidente della Commissione Cultura della Camera dei deputati Flavia Piccoli Nardelli che ha voluto sintetizzare così un aspetto che riguarda il diritto d’autore e che in questa legislatura ha più volte impegnato la commissione da lei presieduta. “Una serie di provvedimenti, infatti, ha incrociato la Commissione Cultura della Camera, provvedimento per noi particolarmente interessanti. Oggi dobbiamo anche dar conto di quello che è il ruolo che la politica deve svolgere. Anche su temi di questo genere”.

Nel corso del convegno “Il diritto d’autore nell’Europa che cambia. Tutele contemporanee per la creatività”, organizzato a Roma dal gruppo Pd della Camera e dalla responsabile Cultura del partito Anna Ascani, la presidente della VII Commissione ha sottolineato come questi siano temi “che si modificano via via a seconda di quelli che sono gli equilibri che si vanno raggiungendo”. Quello che è molto interessante, ha spiegato, è che “su due temi di cui la commissione si è occupata nell’ambito del diritto d’autore – che sono da una parte il diritto morale della paternità dell’opera e il diritto materiale ed economico a goderne dei frutti e dall’altra quello che comporta in termini di diritto d’autore sul patrimonio di biblioteche e di archivi – assistiamo a due posizioni che di volta in volta si polarizzano in maniera diversa”. Per cui mentre “da una parte c’è una difesa del diritto individuale del diritto d’autore, per quanto riguarda le biblioteche c’è una richiesta di apertura per rendere migliore i servizi”. È qui che sta il compito della politica: trovare “di volta in volta gli equilibri che riescano a tutelare i diritti di tutti”.

Articoli correlati:

Diritto d’autore, Ascani: andare incontro a nuova cultura senza rinunciare a tutelare la creatività

One Comment

  1. Pingback: Diritto d’autore, Ascani: non rinunciare a tutelare la creatività

Rispondi