castello normanno gioia del colle pugliaCon decreto ministeriale, è stata approvata la rimodulazione del finanziamento del “Fondo per la tutela del patrimonio culturale” relativo al Polo museale della Puglia per un importo complessivo pari a 500mila euro rispetto a quanto inizialmente previsto dal Programma triennale 2016-2018, approvato con decreto del 28 gennaio 2016. Gli interventi rifinanziati riguardano il Museo Nazionale Archeologico di Altamura, il Museo Archeologico Palazzo Jatta di Ruvo di Puglia, il Museo Archeologico Nazionale Castello Normanno-Svevo di Gioia del Colle e il Museo Archeologico Castello Aragonese di Copertino.

La rimodulazione degli interventi è stata approvata in seguito alla richiesta formulata dal Polo Museale della Puglia e ha ricevuto il parere favorevole da parte del Comitato tecnico-scientifico per i musei, organo di consulenza del MiBACT e, nello specifico, della Direzione Generale Musei. Si prevede, in particolare, la riduzione degli interventi di “Realizzazione impianto fotovoltaico ai fini del risparmio energetico” del Museo Nazionale Archeologico di Altamura e di “Riorganizzazione degli spazi espositivi con acquisizione nuove sale nuovi allestimenti, arredi, vetrine, adeguamenti impiantistici alle norme vigenti, ristrutturazione servizi igienici biglietteria e uffici” del Museo archeologico Palazzo Jatta di Ruvo di Puglia. Si stabilisce, inoltre, un incremento dell’intervento di “Realizzazione Impianto fotovoltaico ai fini del risparmio energetico” del Museo Nazionale Archeologico Castello Normanno-Svevo di Gioia del Colle e l’inserimento dell’intervento di revisione degli impianti tecnologici, di manutenzione ordinaria e straordinaria degli uffici e degli spazi per i visitatori del Museo Archeologico Castello Aragonese di Copertino.

Il Programma triennale 2016-2018 è finanziato con le risorse derivanti dalla legge di stabilità 2015 che ha istituito il Fondo per la tutela del patrimonio culturale “al fine di assicurare risorse stabili alla tutela del patrimonio culturale” e in attuazione del dettato costituzionale di cui all’articolo 9.

Decreto: http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1511263411225_D.M._23_OTTOBRE_2017_REP._463_REGISTRATO.pdf

Rispondi