“Da domani i cittadini di tutti i comuni del cratere potranno entrare gratuitamente alle terme di Diocleziano per visitare sia il museo che la mostra” delle opere recuperate dalle macerie. Lo ha annunciato il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, intervenendo al Question Time alla Camera per rispondere a un’interrogazione a prima firma Fabio Rampelli (Fdi-An). Nell’interrogazione si chiedeva di devolvere le somme incassate grazie all’esposizione di opere recuperate dalle macerie di Amatrice e Accumoli in corso presso le terme di Diocleziano a Roma, alla ricostruzione dei beni culturali danneggiati dal sisma, e di provvedere affinché i cittadini di tali comuni siano esentati dal pagamento del biglietto d’ingresso all’esposizione.

“Si tratta veramente di una bella mostra che recupera alcune opere di grande importanza recuperate nei luoghi del terremoto, soprattutto ad Amatrice e Accumoli, in parte già restaurate e in parte da restaurare”, ha spiegato Franceschini. “L’obiettivo della mostra è tenere accesi i riflettori sui luoghi del terremoto e sull’esigenza di concentrare nei prossimi anni moltissime risorse ed energie sul recupero di un patrimonio immenso che è stato devastato dal terremoto. Parliamo di migliaia di chiese, di centinaia di edifici storici. L’azione del Mibact è stata un’azione con il massimo delle risorse umane e organizzative disponibili, per cui ad oggi ci sono 22.254 beni recuperati da sotto le macerie, 4.623 metri lineari di archivi, 9.780 metri di libri e 1171 edifici già messi in sicurezza. Di fronte abbiamo un’operazione enorme, è quindi necessario investire e tenere accesi i riflettori, e la mostra serve a questo: a far capire l’importanza di quelle opere, a promuovere quei luoghi che hanno bisogno di visibilità per tornare ad attrarre turismo, e anche per mostrare il lavoro che è stato fatto dagli istituti di restauro.

“La mostra è gratuita, la cifra di 7,50 euro a cui (il deputato Murgia, ndr) ha fatto riferimento, è il biglietto d’ingresso alle Terme di Diocleziano e al Museo nazionale Romano, quindi non c’è la possibilità di destinare parte delle risorse. Voglio ricordare che la prima domenica successiva al terremoto, gli incassi di tutti i musei italiani li abbiamo destinati al terremoto. Mi sembra giusta la richiesta che è stata fatta tramite l’interrogazione rispetto all’entrata gratuita alla mostra per i cittadini dei comuni colpiti dal sisma: abbiamo accolto volentieri questo suggerimento e da domani i cittadini di tutti i comuni del cratere potranno entrare gratuitamente alle terme di Diocleziano per visitare sia il museo che la mostra”.

Nella sua replica, Bruno Murgia (Fdi), cofirmatario dell’interrogazione, ha dichiarato: “Mi fa piacere che questa interrogazione sia servita a qualcosa, non metto in dubbio neanche il grande sforzo fatto dal ministero, e non solo, per la ricostruzione. C’è ancora tanto da fare e noi vigileremo”.

Rispondi