ferrovie turistiche piemonte“La Giunta regionale ha approvato oggi l’accordo di programma per la valorizzazione turistica della linea ferroviaria Ceva-Ormea, che coinvolge l’Unione Montana Alta Val Tanaro, i Comuni di Bagnasco, Garessio, Priola, Nucetto e Ormea (dove sono presenti le stazioni della linea), e con l’adesione di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A”. Lo comunica una nota dell’assesorato alla cultura e al turismo della Regione Piemonte. “L’accordo, che verrà siglato dagli enti coinvolti nelle prossime settimane, riguarda interventi di riqualificazione delle stazioni della ferrovia, per i quali è previsto un utilizzo futuro a fini turistico-ricettivi: un investimento complessivo di € 590.000,00, di cui €448.000,00 a carico della Regione Piemonte ed € 142.000,00 di Rete Ferroviaria italiana. In particolare la Regione finanzierà gli interventi sulle stazioni di Ormea, Bagnasco e Priola, mentre Rete ferroviaria italiana si occuperà degli interventi sulle stazioni di Garessio e Nucetto”.

“Questo accordo di programma permetterà il recupero e la valorizzazione della linea ferroviaria Ceva-Ormea, che già dal 2015 abbiamo contribuito a riattivare con il progetto ‘Binari senza tempo’ – dichiara Antonella Parigi, assessore alla cultura e al turismo della Regione Piemonte – Gli interventi previsti dal documento approvato oggi dalla Giunta regionale costituiranno un importante passaggio e permetteranno di far conoscere a un numero crescente di visitatori lo splendido patrimonio culturale, naturalistico ed enogastronomico della Val Tanaro, nell’ottica di uno sviluppo complessivo del settore turistico nell’area, in chiave ‘slow’ ”. “La Ceva-Ormea è stata inoltre inserita tra le 18 tratte ferroviarie individuate dalla legge nazionale n.128/2017 sulle ferrovie turistiche, per il reimpiego e la valorizzazione di linee ferroviarie, in disuso e in dismissione, di particolare pregio culturale, paesaggistico e turistico”.

Rispondi