Tibor Navracsics Anno europeo cultura“I settori creativi della cultura contribuiscono per il 4,5% al Pil dell’Unione Europea e sono collegati a circa 8 milioni di posti di lavoro, più posti che nell’industria automobilistica in Europa. Zona Tortona dimostra la realtà: mettere la cultura alla guida della rigenerazione socio economica e culturale”. Lo ha detto il commissario europeo alla Cultura e all’Educazione Tibor Navracsics introducendo i lavori del Forum Europeo della cultura in corso a Milano, per la prima volta ospitato fuori da Bruxelles. “Milano – ha aggiunto Navracsics – si inserisce perfettamente nelle tematiche di cui parleremo. Zona Tortona, dove si svolgono i lavori del Forum è stata colpita dalla crisi economica degli Anni ’60 ed è stata trasformata in un quartiere ricco di creatività e di rinascita culturale”.

Un Forum europeo che non ha “mai avuto cosi tanti partecipanti e un ordine del giorno cosi emozionante. Inaugureremo l’anno europeo del patrimonio culturale che è il risultato di enormi sforzi, possibile alla luce del grande lavoro svolto da persone e istituzioni”. A questo lavoro ha collaborato una rete di 28 paesi membri e una rete di artisti e stakeholders. Un risultato ancora più significativo alla luce dello scambio di vedute avvenuto “solo tre settimane fa a Goteborg, dove i capi di stato e di governo hanno pubblicato una comunicazione sul rafforzamento dell’identità europea tramite l’istruzione e cultura”. La cultura e il patrimonio culturale “sono espressione viva e chiara della forza dell’identità comune e dei valori dell’Unione Europea per fare una Europa più unita, più forte e democratica”. E’ per questo che “vorremo rafforzare la nostra agenda per la cultura sostenendo il programma Europa Creativa con obiettivi ambiziosi e finanziamenti più significativi”. La cultura allora “è una priorità ed è fondamentale per superare le grandi sfide che ci si pongono davanti: lo dimostra Zona Tortona per rigenerare, creare posti di lavoro e coesione sociale”.

Rispondi