“In questo nuovo movimento che si sta creando in Europa e in questa nuova progettualità del Parlamento europeo bisogna stare molto attenti affinché le cose non restino come sono, con la musica che finisce per essere solo la musica classica, la cultura solo quella materiale e dei monumenti e non si rende conto che ad esempio si possono valorizzare i monumenti con la musica e viceversa fare delle cose”. Lo ha detto ad Agcult il presidente di Assomusica, Vincenzo Spera, a margine della prima giornata del Forum europeo della cultura che si è tenuto a Milano. Per esempio, spiega, “c’è chi ha musicato le opere di Caravaggio trasformandole in musica: questo è il prodotto del futuro, tutto sta nel lavorarci sopra”.

“Stiamo lavorando con la direzione cultura della commissione europea sulla progettualità legata a Music Moves Europe, un tentativo di sperimentare alcuni format per poi riuscire ad ottenere una legge specifica sulla musica così come accaduto con la legge sull’audiovisivo. Però questo non basta, bisogna intervenire anche su azioni legislative”, ha concluso Spera.

Rispondi