Il governo assuma iniziative per assicurare la conservazione del vecchio ponte sul fiume Caffaro a Bagolino (Bs) e verificare l’effettiva necessità di realizzazione di un nuovo ponte, previsto nella delibera di giunta comunale n. 40 del 2016. E’ quanto chiede in un’interrogazione indirizzata al Mibact e al Mit il deputato Riccardo Fraccaro (M5S). “Il 24 maggio 2012 – ricorda – è stato deliberato, a valere sul cosiddetto Fondo comuni confinanti, un finanziamento di circa 3,8 milioni di euro per il progetto ‘Rotatoria sulla SP 237 del Caffaro’ assegnando al comune di Bagolino (Bs) il ruolo di committente. Il progetto preliminare prevedeva la demolizione del ponte vecchio e la realizzazione di una rotatoria sul fiume Caffaro. Tale progetto in sede di conferenza dei servizi ha ottenuto il parere negativo da parte della Soprintendenza dei beni architettonici e paesaggistici, la quale attribuiva al vecchio ponte del 1906 un particolare valore storico e culturale e scartava qualsiasi ipotesi progettuale che ne prevedesse la sostituzione”

La relazione del progetto definitivo, prosegue il deputato pentastellato, “non prende più in considerazione la demolizione del vecchio ponte, ed anzi asserisce che lo stesso potrà continuare a svolgere la sua funzione anche in futuro prevedendo allo scopo una serie di interventi di semplice manutenzione”. Tuttavia, “da notizie di stampa si apprende che l’amministrazione di Bagolino intende realizzare un nuovo ponte al posto di quello vecchio, adducendo motivi di natura statica che non permettono di sopportare il traffico veicolare”.

Rispondi