commissione cultura cinemaLa settimana della cultura al Senato vede al centro dei lavori il possibile ritorno a Palazzo Madama della Legge di Bilancio che contiene molte misure che riguardano il settore della cultura. La Manovra è già stata approvata dal Senato lo scorso 30 novembre e subito trasmessa a Montecitorio. Per quanto riguarda gli altri provvedimenti, è calendarizzato in commissione Istruzione e Beni culturali l’esame del Ddl Ascani sulle imprese culturali e creative che, dopo l’inserimento alla Camera nella Legge di Bilancio della definizione di imprese culturali e creative e di un tax credit per quelle imprese pari al 30%, vede azzerarsi la possibilità – già un po’ complicata – di essere approvata. Per quanto riguarda i lavori di Montecitorio, martedì approda in Aula la legge di bilancio, al cui interno ci sono diverse misure per il settore cultura (per approfondimenti: Legge di bilancio, approvato pacchetto emendamenti su cultura. Franceschini: migliorata una manovra già molto positiva e Legge di Bilancio 2018: tutte le misure approvate per cultura, turismo e paesaggio). In settima commissione prosegue martedì l’indagine conoscitiva sulle buone pratiche della diffusione culturale, mentre mercoledì interverrà un rappresentante del governo per rispondere a diverse interrogazioni.

MARTEDÌ 19

Alle 14 la Commissione Cultura del Senato ha all’ordine del giorno l’esame del ddl sulla Disciplina e promozione delle imprese culturali e creative. Il provvedimento è fermo in Commissione Bilancio che deve ancora dare il via libera dopo aver sollevato alcuni dubbi sulle norme relative alle locazioni e di beni demaniali e sulla manutenzione straordinaria degli stessi. L’approvazione del disegno di legge era già in bilico prima che la Commissione Bilancio della Camera approvasse un emendamento del Pd, a prima firma Anna Ascani, che recepisce la definizione di impresa culturale e creativa e prevede un tax credit per queste imprese pari al 30 per cento dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione e promozione di prodotti e servizi culturali e creativi. A questo, a quanto apprende AgCult, la sorte del ddl Ascani è segnata.

A seguire, alle 14, la 7a e 12a Commissione permanente riunite affronteranno l’esame assegnato sulla realizzazione del progetto per il nuovo polo di ricerca dopo Expo Milano 2015, denominato “Italia 2040 Human Technopole. Per la 7a Commissione il relatore è il presidente Andrea Marcucci.

In commissione Cultura della Camera prosegue alle 11,30 l’indagine conoscitiva sulle buone pratiche della diffusione culturale. Previste le audizioni della prof.ssa Paola Dubini (Università Bocconi di Milano), del prof. Maurizio Bettini (Università di Siena), del prof. Raffaele Pozzi (Università Roma 3), e di rappresentanti della Fondazione Unipolis.

MERCOLEDÌ 20

Alle 14 la commissione Politiche Ue di Palazzo Madama svolge l’audizione del Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Beatrice Covassi, sul Programma di lavoro della Commissione per il 2018.

Alle 15 la Commissione Esteri affronta in sede referente il ddl di Ratifica ed esecuzione di trattati internazionali di cooperazione culturale con i seguenti paesi: Repubblica del Camerun; Repubblica di Corea; Repubblica di Costa Rica, Repubblica gabonese, Repubblica kirghisa; Repubblica popolare democratica del Laos; Montenegro; Repubblica domenicana; Singapore; Repubblica democratica socialista dello Sri Lanka.

In commissione Cultura della Camera è giornata di interrogazioni. Dalle 9,15 interverrà un rappresentante del governo per rispondere alle interrogazioni di Simone Valiante (Pd) sull’incendio scoppiato il 19 giugno presso l’area archeologica di Velia, di Lara Ricciatti (Art-1-Mdp) sulla sicurezza dei beni culturali delle diocesi delle Marche, di Manuela Ghizzoni (Pd) sulla riproduzione di beni bibliografici e archivistici.

Rispondi