Il governo intervenga per salvaguardare la parte del Monferrato dichiarata “patrimonio dell’umanità”. E’ quanto chiede in un’interrogazione indirizzata al Mibact il deputato Fabio Lavagno (Pd), che ricorda come la società Carrera srl di Bramafarina abbia proposto al comune di Felizzano, in provincia di Alessandria, un progetto per la costruzione di una pista da motocross, con annessi servizi, una strada interna al sito e parcheggi per i visitatori. Il terreno individuato dalla sopracitata società, in strada dei Boschi, è quasi pianeggiante e si estende su 230.000 metri quadrati e non frammentati, è in prossimità del territorio dichiarato patrimonio dell’umanità e dentro un’area inclusa nel progetto “Porte del Monferrato”, che mira a realizzare aree di accesso al patrimonio Unesco particolarmente qualificate dal punto di vista ambientale.

“L’opera – aggiunge il deputato dem – comporterebbe la perdita di circa 20 ettari di terreno agricolo, in un periodo storico che vede l’Italia primeggiare nella triste classifica dei Paesi consumatori di suolo, e proprio mentre la regione Piemonte sta adottando provvedimenti per ridurre il consumo dei suoli. Si prevede che l’impianto avrà un pesante impatto ambientale, emettendo inquinamento acustico, gas serra e polveri, proprio vicino ad un bioparco, a vigneti di altissimo pregio e ad altre strutture di carattere sportivo-ricreativo”.

Rispondi