Manuel Roberto Guido Sistema museale nazionale“Il decreto è in lavorazione e sicuramente uscirà nelle prossime settimane, non può non uscire. Non è facilissimo fare previsioni precise sui tempi. È sicuramente uno dei compiti che il ministro porterà a termine prima della fine del proprio mandato”. Lo ha detto ad AgCult il dirigente del Servizio Gestione e Valorizzazione dei musei e dei luoghi di cultura, Manuel Roberto Guido, a margine della presentazione del Museo Navigante che si è tenuta a Roma presso la sede della Stampa Estera, rispondendo a una domanda circa i tempi di approvazione del decreto ministeriale che dovrà dare attuazione al Sistema nazionale museale ratificando i Livelli uniformi di qualità (LUQ) e prevedendo le modalità di accreditamento dei musei al Sistema. Guido ha poi aggiunto che “i Livelli uniformi di qualità sono pronti, ora si tratta quindi di confezionare il decreto a firma del ministro”. Nel corso della conferenza, il capo del Servizio Gestione e valorizzazione della Direzione Musei del Mibact aveva parlato della Riforma Franceschini apprezzandone i risultati per quanto riguarda i Musei autonomi e aveva aggiunto: “Questa prima importante fase di riforma del ministero dovrà proseguire nel tempo con la creazione del Sistema museale nazionale. Previsto dalla riforma del ministero, è ancora ai primissimi passi e necessità di decreti che ne delineino il contorno e le procedure di attuazione. Sicuramente conosciamo però molto bene qual è il senso del sistema museale nazionale: è il luogo dove tutti i musei del territorio nazionale potranno confluire – attraverso criteri di accreditamento che devono garantire degli standard minimi – facendo rete, collaborando e confrontando i rispettivi know how”.

LE RICHIESTE DI ICOM ITALIA

Nei giorni scorsi sul tema era intervenuta anche Tiziana Maffei, presidente di Icom Italia che in un’intervista ad AgCult aveva chiamato in causa il ministro Franceschini sollecitandolo a completare il percorso di riforma avviato nel 2014: “È importante – aveva detto Maffei – approvare entro questa legislatura il decreto ministeriale sul Sistema museale nazionale”. Il decreto ministeriale tanto atteso dovrà ratificare i Livelli uniformi di qualità messi a punto dalla Commissione e dovrà, soprattutto, definire le modalità di accreditamento dei musei al Sistema museale nazionale. Il passaggio più complicato adesso sarà certamente definire le modalità di accreditamento dei musei. La Commissione ha fatto delle proposte ma ora il ministro dovrà pronunciarsi. “I Luq – spiegava Tiziana Maffei – sono stati modellati sulla base degli standard internazionali di ICOM riprendendo il lavoro sugli atti di indirizzo ‘sui criteri tecnico-scientifici e sugli standard di funzionamento dei musei’ e alla luce delle esperienze regionali realizzate in questi anni. Il risultato ottenuto appare più facilmente applicabile nella sua concretezza. Inoltre, questione fondamentale, i livelli uniformi di qualità sono stati concordati con tutte le Regioni: ci sarà un sistema unico per tutte le regioni, siano esse a statuto speciale o ordinario, dalla Sicilia al Friuli. Quello che è importante quindi è che finalmente ci sono dei parametri uniformi per tutti i musei che sono liberi di accreditarsi”.

Leggi anche:

Sistema museale nazionale, ICOM: importante approvare il decreto entro questa legislatura

2 Comments

  1. Pingback: Sistema museale nazionale, decreto ministeriale in dirittura d’arrivo - AgCult

  2. Pingback: Sistema museale nazionale, decreto ministeriale in dirittura d’arrivo - AgCult

Rispondi