Tajani Sala Covassi Anno europeo patrimonio culturale“Siate ambasciatori dell’Anno europeo del patrimonio culturale semplicemente spargendo la parola o prendendo parte agli appuntamenti organizzati a livello europeo o di Stati membri”. Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha indirizzato una lettera a tutti gli eurodeputati affinché si trasformino in ambasciatori dell’anno europeo del patrimonio culturale 2018 nei propri paesi e in Europa. Tajani ha accolto e dato seguito a una richiesta formulata dalla parlamentare europea Silvia Costa dal palco del Forum europeo della Cultura che si è tenuto a Milano a inizio dicembre proprio per dare il via all’anno del Patrimonio culturale. “Come sapete – spiega Tajani nella lettera – l’Anno europeo offre un’opportunità unica ai cittadini di essere coinvolti nel patrimonio culturale e di riflettere sul ruolo della cultura nella società europea e sul suo contributo nel progetto europeo”. Il Parlamento europeo, e in particolare la Commissione Cultura ed Educazione, aggiunge Tajani, “hanno giocato un ruolo attivo affinché fosse possibile l’istituzione dell’anno del patrimonio culturale”. Pertanto il presidente del Pe invita i colleghi a rendersi disponibili come “ambasciatori” della anno europeo “considerando il potenziale valore aggiunto che questa iniziativa può portare per l’Europa e per i suoi Stati membri”.

Tajani concludendo la sua lettera ringrazia i deputati per il loro sostegno nel rendere l’anno europeo un successo e allega la lista, per tutti i paesi, dei coordinatori nazionali da contattare per ricevere informazioni sugli eventi. Per l’Italia sono menzionati Cristina Loglio, consigliera del Ministro Dario Franceschini per l’attuazione in Italia dell’anno europeo e Giuliana De Francesco, capo dell’unità Relazioni europee presso il segretariato generale del Mibact.

Leggi anche:

Anno europeo della cultura, Costa: Europa torni a essere percepita come la casa di tutti

Anno cultura Ue, Tajani: sia un successo anche per il rilancio dell’economia

Rispondi