Archivisti culturaScadranno il 24 gennaio prossimo i termini per la presentazione delle istanze per il conferimento di incarichi di direzione degli Istituti archivistici di livello non dirigenziale. L’avviso – che segue quello dello scorso 14 dicembre – si riferisce ad incarichi disponibili dal 1° febbraio nelle sedi dell’Archivio di Stato di Catanzaro, dell’Archivio di Stato di Cuneo, dell’Archivio di Stato di Foggia, dell’Archivio di Stato di Frosinone, dell’Archivio di Stato di Pavia, dell’Archivio di Stato di Perugia, dell’Archivio di Stato di Pisa, dell’Archivio di Stato di Verbania, dell’Archivio di Stato di Vibo Valentia e dell’Archivio di Stato di Vicenza. Gli incarichi avranno una durata di tre anni o durata inferiore se essa coinciderà con la data di collocamento in quiescenza dei funzionari prescelti. Potranno partecipare alla selezione i funzionari di area terza interessati a rivestire la titolarità dell’incarico ma anche coloro che siano già titolari di direzione di Archivio di Stato non dirigenziale, “interessati anche ad un incarico ad interim”.

La procedura è attivata sulla base delle disposizioni del decreto ministeriale 27 novembre 2014, recante disciplina di criteri e procedure per il conferimento degli incarichi dirigenziale, e in linea con quanto previsto dal Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019. L’affidamento dell’incarico avverrà, specifica la circolare della Direzione generale Archivi, “tenendo conto dell’interesse pubblico prioritario di individuare per ciascuna sede il funzionario avente le competenze e le capacità professionali più idonee a garantire l’ottimale ed efficace svolgimento delle funzioni connesse agli incarichi”.

Nella valutazione delle domande, si considereranno inoltre la complessità della struttura, le attitudini, le esperienze, i percorsi formativi e le competenze scientifiche maturate nel settore archivistico del funzionario. Altro criterio di selezione sarà quello della rotazione degli incarichi, “la cui applicazione è finalizzata a garantire la più efficace ed efficiente utilizzazione delle risorse in relazione ai mutevoli assetti funzionali ed organizzativi e ai processi di riorganizzazione”. Il decreto di conferimento dell’incarico recherà la valutazione comparative e le motivazioni dell’affidamento dell’incarico.

Approfondimenti:

Link dell’avviso: http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/Avvisi/visualizza_asset.html_400979911.html

Rispondi