colosseo musei visitatori

Organigramma, statuto, contabilità e programmazione culturale: è un ordine del giorno “molto ricco” quello del primo Consiglio di amministrazione del neonato Parco archeologico del Colosseo, che venerdì vedrà impegnata in prima linea la neo direttrice Alfonsina Russo. “Discuteremo dell’organizzazione dell’Istituto, del suo statuto (che dovrà essere approvato anche dal comitato scientifico che è in corso di nomina) e dei primi passi da compiere dal punto di vista amministrativo-contabile”, ha detto la direttrice ad AgCult, a margine dell’inaugurazione alla Camera della mostra “Testimoni di Civiltà – L’art. 9 della Costituzione. La tutela del patrimonio culturale della Nazione”. Il Parco archeologico, infatti, ha piena autonomia contabile, amministrativa e finanziaria con la riforma Franceschini: “Siamo indipendenti dal 1° gennaio 2018 – ricorda Russo – e dovremo quindi discutere di tutta la programmazione che è stata fatta e che è stata approvata dal ministero delle Finanze”.

CURIA E UCCELLIERE FARNESE

Si passerà poi alla programmazione culturale e scientifica dei primi sei mesi del 2018. “Prevediamo – spiega ancora la neo direttrice – di aprire al più presto la Curia come sala conferenze, vogliamo fare in modo che venga riproposta l’antica funzione di luogo di riunione: stiamo parlando di uno dei monumenti simbolo di Roma e della civiltà occidentale”. Si tratta infatti di uno degli edifici più suggestivi della Roma antica – realizzato su iniziativa di Giulio Cesare e completato da Augusto nel 29 a.C. – che ospitava le sedute del Senato romano. Russo spera poi di “poter inaugurare a marzo le Uccelliere farnesiane con una mostra dedicata proprio ai Farnese” mentre in aprile dovrebbe essere prevista “l’apertura di diverse sedi del Parco. Contiamo di aprire varie parti con un programma a scaglioni, mese per mese”.

IL PARCO ARCHEOLOGICO DEL COLOSSEO

Il Parco archeologico del Colosseo è stato istituito a gennaio 2017. I suoi confini coincidono con l’area dell’Accordo tra il Mibact e Roma Capitale per la valorizzazione dell’area archeologica centrale sottoscritto ad aprile 2015. Al Parco archeologico del Colosseo sono assegnati l’Anfiteatro Flavio, il Foro romano, il Palatino, la Domus Aurea e la Meta Sudans, oltre a ogni altro monumento o immobile ricompreso nell’area archeologica dell’Accordo.

Leggi anche:

Colosseo, illegittima la gara Consip per il servizio di biglietteria

Colosseo, Alfonsina Russo: Restituire il monumento ai romani, ritorni il cuore della città

Colosseo, Alfonsina Russo è la direttrice del Parco Archeologico

Rispondi