cinema minori

Fino al 7 febbraio 2018 sarà possibile inviare la candidatura a componente della Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche, istituita dal decreto legislativo di recente attuazione “Riforma delle disposizioni legislative in materia di tutela dei minori nel settore cinematografico e audiovisivo” (Dlgs. 203/2017). Le domande dovranno essere inviate, con la documentazione e secondo le modalità indicate dalla manifestazione di interesse pubblicata dalla Direzione Generale Cinema, all’indirizzo dg-c@beniculturali.it. Potranno presentare la propria candidatura i cittadini dell’Unione Europea che godano dei diritti civili e politici e siano in possesso dei requisiti richiesti per ciascuno dei 7 profili messi a bando, per un totale di 49 futuri membri della Commissione.

In particolare, quattordici componenti saranno scelti tra professori universitari in materie giuridiche, avvocati, magistrati presso il Tribunale dei minori, magistrati amministrativi, avvocati dello Stato e consiglieri parlamentati; sette componenti saranno selezionati tra esperti con competenze specifiche sugli aspetti pedagogico-educativi connessi alla tutela dei minori; sette componenti saranno scelti tra professori universitari di psicologia, psichiatria o pedagogia, pedagogisti ed educatori professionali; sette componenti saranno selezionati fra sociologi, con particolare competenza nella comunicazione sociale e nei comportamenti dell’infanzia e dell’adolescenza; sette componenti saranno designati dalle associazioni dei genitori maggiormente rappresentative; quattro componenti saranno scelti tra esperti di comprovata qualificazione nel settore cinematografico quali critici, studiosi o autori; tre componenti saranno, infine, designati dalle associazioni per la protezione degli animali maggiormente rappresentativi.

Gli esiti della selezione saranno pubblicati sul sito della Direzione generale Cinema e del Mibact. I componenti della Commissione dureranno in carica tre anni e potranno essere riconfermati per una sola volta.

LA COMMISSIONE PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE OPERE CINEMATOGRAFICHE

La Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche è stata istituita, presso la Direzione Generale Cinema, con il decreto legislativo di recente attuazione “Riforma delle disposizioni legislative in materia di tutela dei minori nel settore cinematografico e audiovisivo” (Dlgs. 203/2017), attuativo della Legge Cinema. La Commissione opera quale organismo di controllo della classificazione e verifica la corretta classificazione, proposta dagli operatori nel settore cinematografico, delle opere. Essa si compone di un Presidente e quarantanove membri di nomina ministeriale, scelti tra esperti, anche in quiescenza, di comprovata qualificazione professionale e competenza nel settore cinematografico o negli aspetti pedagogico-educativi connessi alla tutela dei minori o nella comunicazione sociale. Ai componenti non spettano gettoni di presenza, compensi, indennità ed emolumenti comunque denominati, ad eccezione del rimborso delle spese effettivamente sostenute previste dalla normativa vigente.

La Commissione adotterà un proprio regolamento di funzionamento, approvato con decreto del direttore generale Cinema, sentito il Consiglio superiore del cinema e l’audiovisivo, entro trenta giorni dalla data di insediamento. Il regolamento conterrà disposizioni in merito all’organizzazione dei lavori in sottocommissioni che saranno presiedute da uno degli esperti che compongono la Commissione e nelle quali sarà comunque assicurata la presenza di tutte le professionalità selezionate.

Approfondimenti:

Link dell’avviso: http://www.cinema.beniculturali.it/Notizie/4638/66/commissione-per-la-classificazione-delle-opere-cinematografiche-invito-a-presentare-la-candidatura-a-componente-della-commissione/

Rispondi