Campidoglio Roma“Anche il 4 febbraio, come tutte le prime domeniche del mese, l’ingresso a tutti i musei civici e alle mostre in programma in questi spazi sarà gratuito per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana con una ricca offerta culturale promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura”. Lo comunica una nota del Campidoglio. “Inoltre, come prima domenica del mese, il percorso di visita nell’area dei Fori Imperiali sarà aperto al pubblico gratuitamente dalle ore 8.30 alle 16.30, con l’ultimo ingresso alle 15.30. L’apertura straordinaria prevede l’ingresso alla Colonna di Traiano e, dopo il percorso con passerella attraverso i Fori di Traiano e di Cesare, la prosecuzione attraverso il breve camminamento nel Foro di Nerva, che permette di accedere al Foro Romano, mediante la passerella realizzata presso la Curia dalla Soprintendenza di Stato”.

“Questa domenica sarà l’occasione per scoprire le collezioni permanenti dei Musei e le mostre temporanee in corso tra cui il percorso espositivo all’interno del Museo di Roma a Palazzo Braschi sul Teatro dell’Opera di Roma attraverso le opere di artisti, disegnatori, costumisti e scenografi che lo hanno reso celebre (Artisti all’Opera. Il Teatro dell’Opera di Roma sulla frontiera dell’arte da Picasso a Kentridge 1880-2017), la grande mostra dedicata all’imperatore Traiano in occasione dei 1900 anni dalla sua morte ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali (Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa) e l’esposizione ai Musei Capitolini sullo studioso Johann Joachim Winckelmann e il suo rivoluzionario approccio all’archeologia (Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento). Infine, nel nuovo spazio espositivo della Centrale Montemartini, sarà possibile visitare la mostra dedicata al dialogo tra due importanti culture affacciate sul mediterraneo: quella egizia e quella etrusca (Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato)”.

MUSEI CAPITOLINI

Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento,fino al 22 aprile. La mostra celebra gli anniversari della nascita e della morte del fondatore dell’archeologia moderna, Johann Joachim Winckelmann (1717-1768). Offre ai visitatori il racconto degli anni cruciali che hanno portato, nel dicembre del 1733, all’istituzione del Museo Capitolino e presenta le sculture capitoline attraverso le intuizioni, spesso geniali, del grande Winckelmann.

MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI

Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa, fino al 16 settembre. In occasione della ricorrenza dei 1900 anni dalla sua morte, Roma rende omaggio a Traiano con una grande mostra ricca di reperti archeologici provenienti da musei della Sovrintendenza Capitolina e da musei e spazi archeologici italiani e stranieri. Con installazioni multimediali e interattive.

MUSEO DI ROMA

Il Teatro dell’Opera di Roma sulla frontiera dell’arte da Picasso a Kentridge 1880-2017, fino all’11 marzo. Una mostra che celebra il rapporto del Teatro dell’Opera con i più grandi artisti del Novecento: da Pablo Picasso a Renato Guttuso, da Giorgio De Chirico ad Afro, da Alberto Burri a Giacomo Manzù, da Mario Ceroli ad Arnaldo Pomodoro fino a William Kentridge.

CENTRALE MONTEMARTINI

Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato, fino al 30 giugno. La mostra offre l’opportunità di vedere a confronto due importanti culture, affacciate sulle sponde del Mediterraneo, la cultura egizia e quella etrusca, traendo spunto dai preziosi oggetti egizi, databili tra l’VIII e il III secolo a.C., rinvenuti nelle recentissime campagne di scavo a Vulci, importante città dell’Etruria meridionale.

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

Museo di Zoologia… diverso per natura, fino al 31 marzo. Molte specie animali trovano a Roma un ambiente ideale per vivere. Dal punto di vista territoriale e paesaggistico, la città risulta un luogo ideale grazie al corridoio naturale creato dal suo fiume e il verde che si fonde strettamente con i palazzi, favorendo un’elevatissima biodiversità animale. Una mostra racconta questa biodiversità grazie alle più recenti acquisizioni di reperti zoologici.

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE

Totò Genio, fino al 18 febbraio 2018. Attraverso documenti personali, cimeli, lettere, disegni, costumi, fotografie, installazioni e testimonianze, la mostra propone un viaggio indietro nel tempo, nell’universo di Totò, raccontando la vita, le passioni e gli amori del maestro.
Paco. A drug story – Fotografie di Valerio Bispuri, fino al 25 Febbraio. Attraverso un reportage di quaranta fotografie, la mostra parla di paco, una droga devastante nata in Sudamerica e sulla quale l’artista ha lavorato per quattordici anni, in contemporanea con un altro lavoro fotografico dal titolo Encerrados, che documenta il viaggio in 74 carceri sudamericane.
Monica Biancardi, Ritratti, fino all’8 Aprile. Il percorso espositivo dell’artista Monica Biancardi prevede circa 40 ritratti fotografici di volti popolari e personalità del mondo della cultura in bianco/nero, illuminati con un neon blu e, sotto ciascuno, un’etichetta che indica il nome e il mestiere. Così si presenta al visitatore l’insolita carrellata di personaggi, accomunati dall’installazione luminosa e dalla particolare inquadratura che la fotografa ha richiesto a ognuno.

MUSEI DI VILLA TORLONIA

Casino dei Principi, Disegni smisurati del ’900 italiano, fino al 18 marzo. Marco Fabio Apolloni e Monica Cardarelli, direttrice della Galleria del Laocoonte di Roma, hanno adunato e restaurato più di una ventina di cartoni di maestri del ’900 italiano, rastrellati dal mercato dell’arte o direttamente dagli eredi degli artisti, per costituire una sorta di pinacoteca di “disegni smisurati” per dimostrare l’alto livello dell’esercizio del disegnare nella prima metà del secolo scorso.

GALLERIA D’ARTE MODERNA DI ROMA CAPITALE

L’essenziale verità delle cose. Francesco Trombadori (Siracusa 1886 – Roma 1961), fino all’11 marzo. Una mostra antologica che racconta il rapporto del pittore con i luoghi di Roma che amò e dipinse, scegliendoli come patria elettiva sin dai primi anni del Novecento.

Tags:

Rispondi