La mostra “Mediterraneo” raccoglie quaranta opere di Mimmo Jodice, realizzate in rigoroso bianco e nero negli anni Novanta, attraverso le quali il grande artista – uno dei maggiori interpreti della fotografia contemporanea – conduce gli spettatori in un percorso fondato sul mito, sulla memoria, sulla cultura e sul paesaggio delle grandi civiltà che hanno popolato il bacino del Mediterraneo. La mostra fa parte del programma “Italia, Culture, Mediterraneo” del ministero degli Affari esteri, che nel 2018 rappresenterà la nostra diplomazia culturale nei paesi del nord Africa, del Medio Oriente e del Golfo, sulle due sponde del Mediterraneo, dall’Iran al Marocco. Dal 9 febbraio l’esposizione fa tappa al Museo Eretz Israel di Tel Aviv, dove rimarrà fino al 24 aprile. Il progetto è curato dal Comitato scientifico della collezione Farnesina del ministero degli Affari esteri in collaborazione con il MART, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto e con la famiglia Cotroneo, proprietaria della collezione. In Israele, la mostra è organizzata dall’Istituto italiano di cultura di Tel-Aviv e dal Museo Eretz Israel di Tel-Aviv, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Israele e con la Fondazione Italia-Israele per la Cultura e le Arti.

Rispondi