Comacchio “non ha soltanto un grande passato”, “ma ha un grande futuro, continuando a investire su cultura, ambiente e turismo”. Così su Facebook il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, che questa mattina ha compiuto una visita nel comune in provincia di Ferrara. “Una mattina a Comacchio, ad un anno di distanza dalla proclamazione della Capitale Italiana della Cultura 2018. Quel giorno ha vinto Palermo ma Comacchio era nella short list delle 10 città finaliste e il suo progetto ha raccolto ammirazione e consenso nella giuria e nella stampa nazionale e internazionale. Un investimento intelligente voluto dal giovane sindaco Marco Fabbri e condiviso da tutta la città. Comacchio non ha soltanto un grande passato, ma ha un grande futuro, continuando a investire su cultura, ambiente e turismo”.

“Il mare, i Lidi, le valli, Il Delta del Po così vicino, la bellezza del centro storico, Trepponti, il Museo Archeologico, il cibo, l’anguilla! Un patrimonio straordinario che farà crescere il turismo nazionale e internazionale, e con esso l’economia e l’occupazione. Servono infrastrutture, risorse, promozione all’estero. Serve un sostegno dello Stato. Noi ci saremo. Perché è giusto e perché il progetto di Comacchio per il suo futuro è lo stesso su cui ho cercato di lavorare per l’intera Italia in questi 4 anni da ministro della cultura e del turismo”, ha concluso il numero uno del Collegio Romano.

Rispondi