economia della culturaLe esperienze artistiche e culturali incidono sulla cura e prevenzione delle malattie, nonché sui tempi e i modi dell’invecchiamento. Se ne parlerà a Roma il 13 febbraio presso la sala Ottagona delle Terme di Diocleziano (Museo Nazionale Romano) in un incontro organizzato dalla rivista Economia della Cultura – edita da il Mulino, Bologna – che ha dedicato il numero 2/2017 proprio al tema “Cultura, salute, benessere”. La rivista dell’Associazione per l’Economia della Cultura ha voluto richiamare l’attenzione su questa tematica – su cui ancora manca, nel nostro paese, una trattazione organica – sia illustrando rilevanti azioni intraprese in sede pubblica nei paesi più avanzati del mondo, sia dando conto di alcune delle numerose iniziative poste in essere anche da noi. L’appuntamento sarà introdotto da Antonio Lampis, Direttore Generale Musei/MiBACT e presieduto da Presiede Pier Luigi Sacco, Università IULM Milano. Interverranno Annalisa Bini, Accademia Nazionale di Santa Cecilia; Carola Bodo, Associazione per l’Economia della Cultura; Stefano Canitano, Ordine dei Medici di Roma; Martina De Luca, Direzione Unità di Ricerca/MiBACT; Celestino Pio Lombardi, Policlinico Agostino Gemelli, Roma. Conclude Pietro Antonio Valentino, Direttore della rivista Economia della Cultura.

“In molti paesi – scrivono gli organizzatori -, in particolare fra quelli in cui gli investimenti pubblici e privati nella sanità sono rilevanti, si è constatato che le attività, le emozioni e le riflessioni connesse alle più diverse esperienze artistiche e culturali (lettura, musica, danza, teatro, visita dei musei, cinema, laboratori plastici, etc.), incidono sulla cura e prevenzione delle malattie, nonché sui tempi e i modi dell’invecchiamento. Tanto che la promozione della salute anche attraverso le arti e la cultura è spesso oggetto di specifiche convenzioni fra i ministeri della cultura e della sanità. In Italia l’attenzione a questa tematica è sopravvenuta più tardi, ma sta acquistando momento anche da noi nei tempi più recenti, soprattutto ad opera di istituzioni e organizzazioni – pubbliche o private – operanti sia in campo sanitario che in campo culturale”.

One Comment

  1. daniela trincia

    orari?

Rispondi