Il 14 marzo si celebrerà la seconda edizione della Giornata nazionale del Paesaggio istituita con il decreto ministeriale n. 457 del 7 ottobre 2016. La Giornata – si legge nella circolare del Mibact – sarà l’occasione per la presentazione della Carta nazionale del paesaggio, elaborata a cura dell’Osservatorio nazionale per la qualità del paesaggio sulla base dell’ampio quadro delineato nel Rapporto sullo stato delle politiche del paesaggio e dei contributi presentati durante gli Stati generali del Paesaggio del 25 e 26 ottobre 2017. La Giornata ha l’obiettivo di richiamare il paesaggio quale valore identitario del Paese e trasmettere alle giovani generazioni il messaggio che la tutela del paesaggio e lo studio della sua memoria storica costituiscono valori culturali ineludibili e premessa per un uso consapevole del territorio e uno sviluppo sostenibile. Aspetti che aderiscono in pieno anche con le finalità dell’Anno europeo del patrimonio culturale – che si celebra quest’anno – di “incoraggiare la condivisione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell’Europa quale risorsa condivisa, sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo” richiamate nella Decisione UE 864/2017. La connessione tra le due ricorrenze offre l’opportunità di evidenziare i comuni obiettivi e di valorizzare gli eventi.

I punti salienti anche per la Giornata 2018 saranno:

  • L’arte racconta il paesaggio. I grandi musei e i parchi archeologici daranno evidenza speciale a un’opera della collezione o del sito, direttamente o indirettamente evocativa del tema del paesaggio, per farla riscoprire al pubblico in un’ottica originale.
  • Soprintendenze aperte. Le Soprintendenze aprono i loro uffici organizzando iniziative di sensibilizzazione e di riflessione sul tema del paesaggio.
  • Eventi per la Giornata nazionale del Paesaggio. Tutti gli eventi, presso musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, uffici e istituti del Mibact, saranno pubblicati sulla piattaforma Mibact “Eventi culturali” dando loro particolare evidenza sul sito istituzionale.

Approfondimenti:

La circolare: http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1518020667883_circolare_n.1.pdf

Rispondi