Spiritualità, accoglienza, turismo ‘lento’ e sostenibile sono i valori portanti del percorso francescano e della guida ‘Luoghi francescani della Sardegna’, che sarà presentata sabato 17 febbraio, alle 10.30, nel convento di Sant’Ignazio, in viale Fra’ Ignazio a Cagliari.

Il volume ‘racconta’ le sedi del francescanesimo, le strutture adibite all’ospitalità e le peculiarità architettoniche e artistiche di monasteri e santuari, spesso immersi in splendidi scenari paesaggistici, all’interno di un itinerario a tappe che si sviluppa attraverso 14 comunità dove si insediarono i seguaci di san Francesco d’Assisi: Alghero, Bosa, Cagliari, Castelsardo, Fonni, Gesturi, Iglesias, Laconi, Luogosanto, Mores, Oristano, Pula, Sanluri e Sassari.

La presentazione è affidata ad Alberto Dragone, responsabile della casa editrice ‘Terre di Mezzo’, curatrice di redazione e pubblicazione. Interverranno l’arcivescovo Arrigo Miglio, presidente della conferenza episcopale, la sindaca del Comune di Laconi Anna Paola Zaccheddu in rappresentanza dei Comuni inseriti nel partenariato, i referenti degli ordini dei tre ordini francescani.

I lavori, coordinati dal giornalista Paolo Matta, saranno chiusi dall’assessora del Turismo, Artigianato e Commercio Barbara Argiolas e saranno occasione per illustrare prospettive e sviluppi del Percorso francescano in Sardegna e, più in generale, del progetto regionale sul ‘turismo dei cammini e destinazioni di pellegrinaggio’.

Rispondi