ArchitettiArricchire la Soprintendenza di Parma e Piacenza di nuove figure di funzionari architetti, “così da poterle consentire di puntualmente assolvere alle funzioni assegnate, con evidente giovamento per le istituzioni e le comunità locali interessate”. E’ quanto chiede il deputato Tommaso Foti (Fdi) in un’interrogazione indirizzata al ministero dei Beni culturali. In particolare, Foti sottolinea che l’organico della Soprintendenza è attualmente “sottonumerario di 3 architetti su 8 (pari al 38 per cento) passibile di ulteriore peggioramento a fine anno in ragione del pensionamento di un altro architetto”.

Tenuto conto inoltre che nel mese di aprile 2018 il Mibact dovrebbe assegnare nuovi architetti agli istituti attivi sul territorio nazionale, il deputato chiede di sapere se “la Soprintendenza di Parma e Piacenza sarà inclusa tra gli istituti beneficiari dell’assegnazione”. Pare evidente infatti che “ancora più difficile diventerà per la Soprintendenza onorare gli impegni di collaborazione già assunti con gli enti territoriali in appoggio a ‘Parma capitale della cultura 2020’, oltre che gestire le risorse erogate dal ministero ex lege n. 232 dell’11 dicembre 2016 che ammontano ad oltre 8 milioni di euro”.

 

 

Rispondi