La Fondazione Torino Musei e il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea hanno reso noto che il Direttore Carolyn Christov-Bakargiev, in considerazione del raggiungimento degli obiettivi prefissati nella gestione della GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea e del crescente impegno legato ai nuovi progetti di sviluppo e di valorizzazione del Castello di Rivoli, lascerà dal 1 maggio 2018 la direzione della GAM.

“Ringrazio la direttrice Carolyn Christov Bakargiev per l’importante lavoro svolto in questi anni alla GAM di Torino”, ha commentato Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte. “Allo stesso tempo le sempre maggiori attività e i progetti sviluppati dal Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, non da ultimi la nuova Fondazione Cerruti e il centro di ricerca CRRI, richiedono un grande impegno che un doppio incarico rendevano sicuramente di difficile gestione. Oltre al ringraziamento per quanto svolto alla GAM, voglio quindi augurare alla direttrice un buon proseguimento di lavoro a Rivoli, che nel panorama regionale è sempre più un punto di riferimento strategico nell’ambito dell’arte contemporanea. Relativamente alla GAM, d’altra parte, sarà ora necessaria una riflessione sul futuro della direzione del museo”.

L’attività di Christov-Bakargiev si concentrerà ora nei progetti legati alla Direzione del Castello di Rivoli, valorizzando l’attività espositiva, di ricerca ed educativa, lo sviluppo delle relazioni internazionali e dando impulso all’arricchimento del patrimonio artistico attraverso l’incremento e la valorizzazione delle Collezioni. Alle attività del Castello di Rivoli, primo Museo d’arte contemporanea d’Italia aperto nel 1984, si è aggiunto, nel 2017, l’importante accordo siglato con la Fondazione Francesco Federico Cerruti per l’Arte che conferisce al Castello di Rivoli la cura, lo studio, la valorizzazione e la gestione della Collezione Cerruti nella villa che diventerà nel 2019 il terzo edificio del nuovo polo museale aperto al pubblico. A integrazione dell’operatività va inoltre registrata l’attività del nuovo centro di ricerca ed espansione della biblioteca CRRI (Castello di Rivoli Research Institute), dipartimento che si occuperà della ricerca, raccolta e valorizzazione dei materiali d’archivio di artisti, curatori, critici, galleristi e collezionisti.

Il Consiglio Direttivo della Fondazione Torino Musei ringrazia Christov-Bakargiev per l’importante lavoro svolto per la GAM, dal riallestimento e incremento delle Collezioni Permanenti, al programma di mostre di alta qualità curatoriale come Organismi e Dalle bombe al museo nel 2016, di grande successo di critica e pubblico come L’emozione dei COLORI nell’arte realizzata nel 2017 in collaborazione con il Castello di Rivoli e la mostra antologica dedicata a Renato Guttuso tuttora in corso, oltre al ricco programma di eventi collaterali organizzati anche con la Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris. Durante il suo mandato, oltre alle preziose esposizioni negli spazi Wunderkammer, è stato avviato alla GAM il progetto Archivi, allo scopo di valorizzare rare opere d’arte, materiali d’archivio e documenti originali. Numerose sono state le importanti collaborazioni con realtà museali e private a livello nazionale e internazionale.

Il Consiglio Direttivo della Fondazione Torino Musei, nel ringraziare il Direttore uscente per il contributo allo sviluppo del Museo, esprime il desiderio che Carolyn Christov-Bakargiev continui la sua collaborazione con la GAM entrando a far parte del costituendo Comitato Scientifico del Museo.

AL SUO POSTO ARRIVA RICCARDO PASSONI

Il Consiglio Direttivo ha infine valutato di affidare pro tempore la direzione della GAM a Riccardo Passoni.

Nato a Vercelli nel 1957, Riccardo Passoni è stato Conservatore della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, Dirigente di Raccolta d’Arte Moderna, per poi ricoprire la carica di Vice Direttore della GAM, per la quale ha curato numerose mostre e cataloghi dedicati ad artisti nazionali e internazionali. È Dirigente della Biblioteca d’Arte e dell’Archivio Fotografico della Fondazione Torino Musei. Da fine dicembre 2015 a marzo 2018 è stato anche Direttore del Borgo Medievale di Torino. Ha più volte fatto parte della Commissione artistica della Fondazione De Fornaris, curandone anche pubblicazioni e mostre.

Per la Città di Torino ha seguito e curato, tra le altre, Luci d’Artista, ManifesTO, PAPuM (vincitore del Premio Federculture 2008). Ha insegnato Storia dell’Arte presso l’Accademia Albertina di Torino. Ha fatto parte del Consiglio Direttivo dell’AMACI, rete che riunisce 24 tra i più importanti musei italiani di arte contemporanea, ricoprendo anche la carica di Vice Presidente, con delega ai rapporti con ICOM.

ARTICOLI CORRELATI:

Fondazione Torino Musei, firmato l’accordo sindacale

Fondazione Torino Musei, definito percorso per salvaguardare posti di lavoro

Rispondi