mibact-ministero cultura

Nuove risorse dirigenziali non generali nell’ambito delle Direzioni generali Cinema, Archivi e Archeologia, belle arti e paesaggio del Mibact. Nel decreto di assegnazione delle nuove risorse, si specifica che un’unità dirigenziale di seconda fascia sarà occupata presso la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara. Un’unità sarà impegnata nella Dg per il cinema presso l’Osservatorio per lo spettacolo, facente parte del Servizio I – Organizzazione e funzionamento. L’ultima risorsa prevista sarà invece indirizzata alla Soprintendenza archivistica e bibliografica del Lazio, presso la Dg Archivi.

Si tratta di incarichi già scaduti in data 1 aprile 2018. Per la sostituzione di essi, i relativi direttori generali avevano fatto richiesta nei mesi scorsi. Nel mese di febbraio, Carla Di Francesco, Segretario generale del Mibact, aveva domandato l’avvio di una procedura di interpello per l’assegnazione degli incarichi dirigenziali non generali che si sarebbero resi disponibili nel periodo 9 marzo – 1 giugno 2018.

È la legge sul lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche (L. 165/2001) che autorizza l’assegnazione di risorse umane da destinare ai dirigenti preposti ai centri di responsabilità delle amministrazioni pubbliche. Sempre in base a tale legge, nell’assegnazione di tali risorse deve essere rispettata la percentuale dell’8% del totale dei posti in organico di livello non generale. Il Segretario generale del Mibact ha reso noto che a tutt’oggi risultano conferiti 11 incarichi dirigenziali non generali. Tale numero rispetta la percentuale fissata dalla legge 165/2001, essendo il numero massimo di incarichi conferibili pari a 13.

Approfondimenti:

Decreto di assegnazione di 3 risorse dirigenziali

Rispondi