Mibact cultura sistema museale nazionaleL’istituzione di un ministero appositamente dedicato al Turismo – scorporato quindi dall’attuale ministero dei Beni culturali – mette d’accordo sia il Movimento 5 Stelle che la Lega Nord. Una linea emersa già nei programmi elettorali dei due partiti alla vigilia del voto di marzo e ribadita da Mattia Fantinati (M5S) e Gian Marco Centinaio (Lega) nel corso dell’assemblea elettiva di Assohotel che si è tenuta a Roma presso la sede di Confesercenti, alla presenza, fra gli altri, proprio del direttore della dg Turismo del Mibact, Francesco Palumbo. I due parlamentari sono infatti convinti che un dicastero ad hoc – preferibilmente con portafoglio – possa meglio rappresentare le istanze di un settore vitale per l’economia italiana.

Per il Carroccio la creazione di un ministero per il turismo “è fondamentale”, ed è “necessario che l’Italia abbia un ministero dedicato, anche senza portafoglio (almeno all’inizio), ma che sieda in Consiglio dei ministri e possa parlare di infrastrutture, istruzione e tassazione. Un ministero che abbia la stessa dignità degli altri ministeri e che dovrà essere un luogo di scambio tra pubblico e privato”. Sulla stessa linea il deputato pentastellato, che dice “sì” a un ministero apposito “ma che da subito diventi con portafoglio, che sia centrale e in grado di dare e controllare finanziamenti, di fare una strategia unitaria”.

Leggi anche:

Turismo, Fantinati (M5S): sviluppare e sostenere piano che sfrutti rivoluzione digitale

Turismo, Fantinati (M5S): Governo ammette, “Enit va riformato”

Guide turistiche, Centinaio: garantire che la professione sia svolta da personale qualificato e abilitato

Rispondi