La galleria PACT – con sede a Parigi – si aggiudica quest’anno il Premio Beart / emergente, il Premio del Valore di 4.000 € destinato alla galleria della sezione emergente Più meritevole per la promozione di giovani artisti, Attribuito Oggi All’interno di MiArt 2017 .

La giuria internazionale, COMPOSTA da Anna Gritz, (Curatore, Kunst-Werke – Institute for Contemporary Art, Berlino), Balthazar LOVAY (Direttore, Arte Ven, Friburgo) e Sam Thorne (Direttore, Nottingham Contemporary, Nottingham) ha motivato Così La Scelta all’unanimità: ABBIAMO Trovato l’allestimento dello stare in piedi forte e convincente. In Particolare siamo Rimasti colpiti Dalla ricerca sulla scultura di Amy Brener, Tra l’Archeologia e la fantascienza, il Che combina Passato e futuro, con calchi di frammenti architettonici e Oggetti di uso quotidiano.

Il Premio Beart / emergente si Presenta quest’anno con Una veste Rinnovata grazie alla collaborazione con Beart, Piattaforma di crowdfunding Creata per il mondo dell’arte con lo Scopo di collegare artisti con Individui e Imprese Interessati a sostenere progetti innovativi. Emergent E La Sezione di MiArt Che dall’edizione 2013 della Fiera di posta riservata alle Giovani gallerie d’avanguardia e il Che Si e imposta venire Punto di Riferimento Internazionale per le Giovanissime Generazioni di galleristi e artisti.

La Giuria Internazionale del Premio Herno – COMPOSTA da Suzanne Cotter (Direttore, Museo Serralves di Arte Contemporanea, Porto), Anne Pontégnie (Curatore Indipendente, Le Consortium, Digione – Cranford Collection, Londra) e Nicolaus Schafhausen (Direttore, Kunsthalle Wien, Vienna) – ha InOLTRE Annunciato Il nome della galleria vincitrice della terza edizione del premio, del Valore di 10.000 €, destinato allo stare in piedi con il miglior progetto espositivo, Pensato, allestito e curato in Tutti i dettagli Come una mostra e Capace di coniugare elevare Componenti di ricerca , qualità e accuratezza del disegno allestitivo.

Si Tratta della Anthony Reynolds Galleria di Londra, con la Mostra personale di Lucy Harvey, Premiata per l’Ambizione, la qualità del concept dell’allestimento e la Capacità di Raccontare Nello spazio di Uno Stand fieristico Una Pratica artistica Complessa e Profondamente Legata tutto’ Esistenza dell’artista.

Con il Premio Herno, MiArt e Herno S.p.A. Danno nuova enfasi all’exhibition fare e al Concetto di visualizzazione, puntando su valori condivisi. La ricerca di qualità assoluta e il saper Che fare Stanno alla base di della migliore Arte Contemporanea e di un prodotto manifatturiero d’eccellenza Sono solo un punto di Partenza Necessario, Che DEVE Essere poi Seguito da un’altrettanta Importante Capacità di Esporre e catturare l’ ATTENZIONE, Creando un perfetto equilibrio di tra creatività, estetica, Funzionalità e fruibilità. In this modo il Premio Herno ha parallelamente l’Obiettivo di evidenziare Il Ruolo – SIA storico Che contemporaneo – della galleria venire Luogo di Produzione di Conoscenza Attraverso il formato della Mostra.

Annunciate Infine le opere acquisite a MiArt 2017 da Fondazione Fiera Milano Attraverso i 100.000 € del Fondo di Acquisizione “Giampiero Cantoni”, selezionate Dalla giuria internazionale COMPOSTA dal Presidente di Fondazione Fiera Milano, Giovanni Gorno Tempini affiancato da Martin Clark, Direttore della Kunsthalle di Bergen , Nicholas Cullinan, Direttore della National Portrait Gallery di Londra, e Letizia Ragaglia, Direttore di Museion a Bolzano.

Comments are closed.