Ammontano a 2,5 milioni di euro i fondi erogati dal Miur all’Istituto nazionale di Astrofisica (INAF) per partecipare alla progettazione dell’European Extremely Large Telescope, un telescopio ottico-infrarosso in costruzione a Cerro Armazones, in Cile. Una volta terminato, nel 2024 circa, sarà il più grande telescopio al mondo. Lo conferma lo Schema di decreto ministeriale per il riparto del Fondo ordinario per gli enti e le istituzioni di ricerca per l’anno 2017, su cui la Commissione Cultura del Senato deve dare un parere consultivo. “È utile segnalare – si legge nel documento – che il ritorno industriale per l’Italia, in termini di commesse affidate a ditte italiane, si attesta oggi già su più di 500 milioni di euro”. Un milione e 750 mila euro sono invece stanziati per sostenere – sempre attraverso l’Inaf – le spese di gestione del telescopio binoculare ottico ed infrarosso operato dal 2005 presso l’osservatorio di Mt. Graham, in Arizona (Usa), che è al momento il telescopio adattivo a specchi monolitici più grande al mondo. I fondi totali destinati all’Inaf per il 2017 saranno di 6.820.000 di euro.

Rispondi