“Dopo tre anni di chiusura al pubblico, ripartiranno i lavori finalizzati alla riapertura del Museo della Civiltà Romana e del Planetario. Con votazione unanime, l’Assemblea Capitolina ha approvato l’atto di stanziamento di ulteriori fondi necessari per l’indizione di un appalto relativo alla messa in sicurezza del Museo. I lavori partiranno a maggio e si iscrivono in un più ampio progetto di riapertura di un polo Museale capace di registrare, solamente nel 2013, l’ingresso di circa 114.000 visitatori, pari a circa 10% dell’intera bigliettazione capitolina. Al fine di garantire la completa messa in sicurezza dei plastici e dei calchi della Roma storica dal rischio infiltrazioni, abbiamo chiesto di impegnare nuovi fondi derivanti anche dal ribasso d’asta per procedere con un nuovo appalto. Il Museo della Civiltà Romana assolve un’importante funzione didattica e pedagogica non solo nei confronti dei turisti, ma anche dei cittadini romani e delle future generazioni locali. In tal senso, abbiamo accolto con piacere la legittima richiesta della cittadinanza di prestare attenzione al recupero di un polo culturale così importante e unico nel suo genere, attraverso una prima tranche di lavori propedeutici alla riapertura dello stesso. Un tale patrimonio non può e, soprattutto, non deve essere precluso al grande pubblico”. Lo ha dichiarato in una nota stampa il presidente della commissione capitolina Cultura, Politiche giovanili e Lavoro, Eleonora Guadagno.

Rispondi