Riscoprire la grande ricchezza ambientale dell’Italia e valorizzare le nostre biodiversità culturali e naturali, in un mondo globalizzato dove “troppe cose sono diventate artificiali” e dove spesso “si è cercato un processo di omologazione”. Tutto questo è fondamentale per un paese che vuole fare un turismo “di qualità e sostenibile”. E’ l’invito che arriva dall’ex ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, intervistato da AgCult a margine dell’inaugurazione della mostra dedicata ai borghi italiani “Ai confini della Meraviglia”. Un’iniziativa che è l’evento portante del progetto interregionale di promozione turistica “Borghi – Viaggio italiano”, cofinanziato dal Mibact e che si inquadra nel “2017” Anno dei Borghi.

“Giusto valorizzare i borghi e le aree interne del paese. Non posso che vedere bene il fatto che si rilanci una dimensione del turismo che potremmo definire olistica: ovvero il turismo non solo come concentrazione nelle grandi città d’arte, ma anche valorizzazione di quella che è la grande biodiversità del paese”, spiega Pecoraro Scanio, docente di Turismo e sostenibilità presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca e l’Università Tor Vergata di Roma.

L’Italia “ha una grande biodiversità culturale che deriva dalla sua biodiversità naturale: il nostro paese è infatti geograficamente ‘miracolato’, nel senso che dalle Alpi a Pantelleria abbiamo la più grande varietà di ecosistemi che c’è in Europa, tanto è vero che siamo il paese della biodiversità naturale, sia vegetale che animale. Aggiungiamo che l’orografia del paese ha fatto sì che la difficoltà di muoversi da una zona all’altra ha creato una grande biodiversità umana. Abbiamo quindi una grandissima ricchezza che è un valore nel mondo della globalizzazione dove troppe cose sono diventate artificiali, dove si è cercato un processo di omologazione”. Valorizzare questa ricchezza, sottolinea, è fondamentale per un paese “che vuole fare del turismo di qualità e sostenibile”.

Il 2017, ricorda l’ex ministro, “è l’anno mondiale dell’Onu del turismo sostenibile, si dovrebbero fare tantissimi eventi in Italia, paese fragile e delicato che ha bisogno di un turismo sostenibile. Se si progetta di raddoppiare il numero di turisti nei prossimi anni è necessario pensare di farlo con grandissima attenzione alla sostenibilità, altrimenti si sfascia il patrimonio che vuoi fare vistare. Quindi valorizzare i borghi e fare in modo che queste realtà restino vive non solo è bello, ma penso che significhi anche valorizzare il lavoro di manutenzione fatto dagli agricoltori nei territori”.

“Una cosa che vedo, che dovrebbe essere valorizzata maggiormente – prosegue -, è l’aspetto delle ricchezze naturali. La natura deve essere tenuta più presente: molti borghi hanno leggende legate alla natura, hanno fiumi o torrenti che richiamano storie, racconti e tradizioni, abbiamo alberi monumentali che sono in molto casi un patrimonio del paese: quindi bellissimi i beni culturali, fondamentale il patrimonio enogastronomico, ma sempre di più è necessario valorizzare e riscoprire la grande ricchezza naturale del nostro paese”.

La sostenibilità, aggiunge Pecoraro Scanio, “ti dà la possibilità di porti il tema della regolamentazione senza che la regolamentazione diventi discriminazione. Bisogna studiare nelle città modalità che permettano – grazie anche all’uso delle potenzialità che ha il digitale – di disciplinare i flussi turistici. Dobbiamo inoltre sforzarci di programmare meglio questi flussi e creare eventi in diversi periodi dell’anno in modo che si evitino i super afflussi”.

Articoli correlati:

Borghi, Bianchi: Un’Italia bella e alternativa alle vie classiche del turismo

Beni culturali, il 14 marzo si celebra la prima Giornata nazionale del Paesaggio. Franceschini: tutelare il paesaggio significa difendere il territorio e l’ambiente

Federculture: grazie a emendamento Realacci i beni culturali saranno motore della ricostruzione

I giardini della casa di Giuseppe Garibaldi a Caprera tra i dieci finalisti della XIV edizione del concorso “I Parchi Più Belli d’Italia”

I video di AgCult:

La galleria fotografica:

4 Comments

  1. Pingback: Sisma, Franceschini: ricostruire i borghi così com'erano è possibile - AgCult

  2. Pingback: Turismo, Delrio: Italia merita di essere vissuta “in maniera dolce” - AgCult

  3. Pingback: Unwto, Bianchi (Mibact): Taleb Rifai ha portato turismo al centro della politica globale - AgCult

  4. Pingback: Unesco, Pecoraro Scanio: bene riconoscimento anche a patrimonio naturale - AgCult

Rispondi