È on line sul sito del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo www.beniculturali.it il bando per la Capitale italiana della cultura 2020. Dopo il successo di Mantova nel 2016 destinato a essere eguagliato quest’anno da Pistoia e l’assegnazione del titolo a Palermo per il 2018, da oggi e fino alle 12:00 del 31 maggio le città che desiderano candidarsi per l’anno successivo a quello di Matera Capitale Europea della Cultura del 2019 possono presentare una manifestazione di interesse, sottoscritta dal Sindaco, riportando i dati richiesti dalle linee guida allegate al bando. Entro il 30 giugno, pena esclusione, le città candidate dovranno inviare un dossier di candidatura secondo le modalità previste dalle stesse linee guida. “Si apre un’altra sfida appassionante – dichiara il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini – per divenire nel 2020 la prossima Capitale italiana della cultura. Le comunità sono così chiamate a sviluppare una visione di sé capace di far leva sul proprio patrimonio culturale, creativo e paesaggistico per promuovere una crescita sostenibile del territorio. Una competizione virtuosa che ha già coinvolto decine di città stimolando idee e progettualità”.

2 Comments

  1. Pingback: Mibact: il 31 maggio scade il bando per la Capitale italiana della cultura 2020 - AgCult

  2. Pingback: Capitale italiana della cultura: per chi vince, 1 mln di euro ed esclusione dal patto di stabilità - AgCult

Rispondi