Cinema

Allarme rosso tra i produttori di Cinema e Audiovisivo sul tax credit. Il 1 luglio, infatti, sono entrati in vigore le novità sullo split payment che rischiano di frenare pesantemente il settore. “Lo split payment – ha dichiarato Daniele Vaccarino, Presidente della Cna Nazionale – sta sottraendo, e sottrarrà sempre di più, miliardi di liquidità ai 2 milioni di imprese che lavorano con la pubblica amministrazione. Non conosco nessuna impresa in grado di lavorare, mentre ogni giorno ti portano via liquidità. Paghi l’Iva ai tuoi fornitori, che potrai beninteso recuperare, ma con l’aggravante dei ritardi nell’erogazione dei rimborsi. Certo, se hai le condizioni, puoi andare in banca e farti finanziare la liquidità sottratta. Ma qui siamo al capolavoro finale: paghi interessi per avere a disposizione nuova liquidità”.

Una norma che “rischia di strozzare e paralizzare completamente tutta l’industria cinematografica dell’audiovisivo italiana”, spiega il Presidente di Cna Cinema e Audiovisivo, Mario Perchiazzi, le cui preoccupazioni nascono dal fatto che il provvedimento, “già vessatorio di per sé”, ha esteso anche ad altri soggetti collegati con la pubblica amministrazione e alle società quotate, gli obblighi dello split payment, meccanismo istituito nel 2015 con la Legge di Stabilità per le operazioni nei confronti degli enti pubblici. Quindi anche la Rai, Mediaset e altri Enti che sostengono il Cinema, dovranno trattenere l’Iva per versarla direttamente all’erario. “Tutto questo comporta che i produttori attualmente nelle condizioni di poter utilizzare il tax credit maturato per la realizzazione di opere audiovisive, al fine di compensare i debiti Iva conseguiti all’emissione di fatture per contratti di produzione sottoscritti – sottolinea in una nota Cna –, si troveranno di fatto a non poterne disporre pienamente per effetto dello split payment”.

Articoli correlati:

Cinema, Cna: Occorre superare lo stallo, subito operativi decreti attuativi

Cinema, Cna: Serve un tavolo unitario per salvare il futuro del settore

Cinema, Franceschini: entro estate emanati tutti i decreti attuativi della nuova legge

One Comment

  1. Pingback: Cinema, arriva decreto per gestire il Fondo su incentivi fiscali e investimenti - AgCult

Rispondi