Garantire la permanenza di un presidio religioso al Santuario di Belmonte, sviluppare un piano turistico nella zona e poi aprire un dialogo con i proprietari della struttura. Sono gli obiettivi della Regione Piemonte, chiariti questa mattina dall’assessore regionale alla cultura e al turismo, Antonella Parigi, nel corso di un sopralluogo svolto questa mattina a Belmonte (Torino) insieme ai rappresentanti dell’Ente di gestione dei Sacri Monti e ai sindaci dell’area.

L’incontro fa seguito ai timori espressi dagli amministratori locali circa il futuro del Santuario, alla luce della decisione dell’Ordine francescano di trasferire gli ultimi tre frati francescani rimasti nell’edificio.

“Convocherò per la prossima settimana un incontro con la Diocesi, alla quale chiederemo di garantire una presenza spirituale al Santuario, punto che ritengo fondamentale, per non far mancare una componente importante in un bene dalla forte identità religiosa, quali sono i Sacri Monti, e per mantenere l’identità di un luogo così significativo per il territorio – ha dichiarato l’assessore Parigi –. Con l’Ente di gestione, inoltre, stiamo sviluppando un piano di rilancio turistico, e in particolare un percorso escursionistico che colleghi tutti i Sacri Monti, immaginando anche di allestire dei posti tappa. In un secondo momento avvieremo anche un dialogo con la proprietà del bene”.

“Questo sopralluogo mi ha infine permesso di verificare la struttura è complessivamente in buone condizioni – ha aggiunto l’assessore – D’altra parte, alla luce dello scenario attuale e delle incertezze sul futuro di questo importante monumento, come Regione siamo più che mai impegnati per garantirne la conservazione e la valorizzazione, anche in ambito turistico, di concerto con le istituzioni del territorio”.

Rispondi