Ogni euro investito in eventi culturali attiva 5 euro di valore aggiunto. Lo ha detto il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, al Convegno sulla “cultura della crescita” organizzato a Roma da Confcommercio e Agis. In questa occasione è stato firmato un protocollo tra i due soggetti. “Il protocollo d’intesa che oggi Confcommercio firma con Agis – ha detto Sangalli – ha l’obiettivo di promuovere le attività culturali e creative per rendere più attrattivo e competitivo il nostro paese. Con un impatto significativo prima di tutto sul turismo, che se da una parte sta registrando dati positivi negli ultimi mesi, dall’altra parte ha ancora tanto da migliorare sul lato dell’offerta, in particolare per contrastare la tendenza al turismo ‘mordi e fuggi’. Proprio gli eventi artistici e culturali possono favorire sia soggiorni più lunghi sia la destagionalizzazione della domanda turistica. Come emerge dalla nostra ricerca, ogni euro investito nell’organizzazione di un evento culturale attiva 5 euro di valore aggiunto, ossia di ricchezza finale che rimane nel territorio. ‘Cultura della crescita’, insomma, significa far crescere la cultura”, ha concluso Sangalli.

Articoli correlati:

Imprese culturali e creative, l’emendamento che vuole ripristinare i contributi alle start-up giovanili

Imprese culturali e creative, Ascani (Pd): un primo piccolo passo verso ‘cultura 4.0’

Manzi (Pd): Finalmente riconosciute le imprese culturali e creative. Testo non perfetto, ma si può migliorare

One Comment

  1. Pingback: Imprese culturali, la Camera approva un testo "svuotato". Pd: Finalmente un riconoscimento - AgCult

Rispondi