Parere favorevole dalla Commissione Istruzione e Beni culturali del Senato al disegno di legge concernente Reati contro il patrimonio culturale. La relatrice Elena Ferrara (Pd) ha illustrato lo schema di parere favorevole che è stato approvato dalla Commissione. A favore si sono espressi anche i componenti del Movimento 5 Stelle che con Michela Montevecchi hanno riconosciuto come il provvedimento intenda “dare maggiore rilievo alla tutela del patrimonio culturale”. Avendo assistito alle audizioni svolte nella sede di merito e ricordando di aver contrastato la mera semplificazione burocratica sui beni culturali contenuta nella legge sulla concorrenza, la Montevecchi ha giudicato fondate alcune osservazioni avanzate nel corso delle audizioni in Commissione Giustizia, sede referente del provvedimento. La senatrice M5S si è interrogata “sull’opportunità o meno di introdurre nuove fattispecie di reato in luogo di prevedere piuttosto delle aggravanti delle pene già esistenti, tanto più che il disegno di legge ha lo scopo di contrastare il traffico internazionale di opere d’arte finalizzato a finanziare attività della criminalità organizzata”.

Anche il senatore Liuzzi (GAL (DI, GS, MPL, RI)), dopo aver ricordato di essere firmatario di un analogo disegno di legge all’esame della Commissione giustizia, ha dichiarato il voto favorevole del suo Gruppo sullo schema di parere della relatrice, sebbene il disegno di legge in esame non contenga tutte le previsioni del testo a sua firma. “Il provvedimento – ha detto – colma alcune lacune, nella consapevolezza condivisa di dover intervenire con urgenza”. Liuzzi concorda tuttavia con i dubbi della senatrice Montevecchi circa “l’effettiva esigenza di introdurre nuove fattispecie di reato. Alla luce delle mutate situazioni contingenti, tanto nazionali quanto internazionali, il testo può comunque normare degli aspetti attualmente carenti, come segnalato dalle forze dell’ordine”.

Rispondi