Intervenire – anche a livello parlamentare – sul turismo sostenibile per favorire non solo il settore, ma tutta l’industria italiana. E’ questo l’invito arrivato nel corso dell’incontro su “Efficienza energetica, tecnologie e start up innovative al servizio della sostenibilità”, organizzato a Roma in occasione della Giornata Mondiale del Turismo su iniziativa della senatrice Loredana De Petris in collaborazione con il presidente della Fondazione Univerde, Alfonso Pecoraro Scanio.

“Il dibattitto oggi è sugli strumenti che ci consentono di far sì che le politiche che noi facciamo siano sempre e comunque sostenibili e durature nel tempo, politiche cioè che rispettano l’ambiente e lo esaltano”, ha sottolineato il presidente della commissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia. “Si può infatti fare business esaltando l’ambiente. Sembrava una bestemmia fino a qualche anno fa, in realtà è così”.

Una linea, quella del deputato dem, condivisa anche dall’ex ministro Pecoraro Scanio, secondo cui “quando finanziamo il turismo sostenibile, finanziamo anche l’industria italiana. Se favoriamo una riconversione sostenibile del turismo, aiutiamo sia il settore che il paese”, ha spiegato.

“Credo – ha aggiunto la senatrice De Petris – che il turismo per il nostro paese debba essere una delle priorità degli investimenti; abbiamo un intreccio unico, quasi un miracolo, di storia e natura. Questo dovrebbe essere uno dei fattori economici trainanti, ma il Parlamento non ne discute. Bisogna investire nel turismo e accelerare il processo di riconversione come stanno facendo altri paesi. C’è una domanda di turismo sostenibile crescente e noi siamo in ritardo”.

Un nuovo modello di turismo “deve essere fondamentale per Roma e per l’Italia”, spiega l’assessore alla Sostenibilità ambientale della Capitale, Pinuccia Montanari. “Vorremmo riportare Roma a essere quello che era anni fa, ovvero il ‘giardino d’Europa: vogliamo rilanciare il grande patrimonio verde della Capitale, le sue ville e le sue dimore storiche”.

Rispondi