Musei capitolini“Si rinnova domenica 8 ottobre l’appuntamento con la F@mu2017 – Giornata Nazionale della Famiglie al Museo, l’iniziativa ideata per accogliere nel museo il pubblico speciale dei piccoli visitatori, accompagnati da genitori e familiari”. Lo comunica l’ufficio stampa del Comune di Roma. “Anche il Sistema Musei Civici di Roma aderisce all’iniziativa con una ricca proposta di appuntamenti promossi da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura. Il tema di questa edizione è ‘La Cultura abbatte i muri’. Se nel momento attuale i muri – culturali o di altro tipo – rischiano di moltiplicarsi, l’esperienza della visita al Museo può essere occasione per trasmettere valori positivi, opposti a quelli della divisione, della segregazione, dell’incomunicabilità. Il Museo è infatti un luogo ‘aperto’, dove tutti possono vivere insieme l’esperienza dell’arte e confrontarsi, indipendentemente dalla cultura, dalla razza, dalla religione, dallo stato di salute, e, naturalmente, dall’età. La visita al Museo è una preziosa occasione per trasmettere i valori di integrazione, accoglienza, condivisione. Tra dipinti, sculture e testimonianze d’arte, bambini e adulti potranno trascorrere momenti piacevoli, sperimentando conoscenze, emozioni, curiosità”.

“F@Mu sta per Famiglie al Museo, ed è una giornata tutta speciale. L’obiettivo generale è di far vivere il museo come luogo dove i bambini e i ragazzi possono imparare divertendosi, e insieme ai familiari avere esperienze che aiutino a renderli persone più sensibili, più creative, più attente a ciò che ci circonda. Rispetto al tema specifico dell’edizione 2017, grazie alle numerose e diverse proposte utili a conoscere il patrimonio culturale di Roma Capitale, i bambini e gli adulti potranno conoscere la bellezza prodotta da culture diverse e lontane, presenti nelle collezioni dei musei civici, come il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco; ripercorrere la storia, nelle attività proposte ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, attraverso il processo di inclusione di altri popoli e altre culture che portò all’estensione dell’Impero Romano, da Augusto a Traiano; conoscere opere di arte antica che raccontano episodi di integrazione e accoglienza alla Centrale Montemartini. Per gli artisti nati o vissuti in terra straniera, la conoscenza di culture diverse diventa stimolo alla creazione e alla rielaborazione: questo tema, diversamente proposto al Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese e al Museo Pietro Canonica, avvicinerà bambini e genitori alla produzione di Giorgio de Chirico e di Pietro Canonica. Ci sarà anche la possibilità di scavalcare i muri dei millenni, scoprendo il mondo preistorico nel Museo di Casal de’ Pazzi”.

“Tutto, ovviamente, arricchito dal coinvolgimento in giochi divertenti: quiz, percorsi animati, gare a premi, una caccia al tesoro al Museo delle Mura, un grande ‘gioco dell’oca’ a carattere storico-archeologico al Museo dell’Ara Pacis e anche ‘archeogiochi’ ai Fori Imperiali e alla suggestiva Casina del Cardinal Bessarione, col suo ampio giardino. Si leggeranno racconti appassionanti al Museo di Roma in Trastevere e alla Casina delle Civette di Villa Torlonia; si visiteranno luoghi affascinanti e densi di storia come il Museo Napoleonico, mentre al Museo di Roma a Palazzo Braschi potrà essere vissuta l’esperienza tattile della pittura in un percorso sensoriale”.

“La partecipazione ludica – si legge nella nota – favorirà il superamento non solo delle barriere culturali, ma anche di quelle generazionali. Un’occasione particolare di condivisione (genitori-figli; nonni-nipoti; gruppi adulti di diverse nazionalità) è offerta con i numerosi appuntamenti al Museo Civico di Zoologia. Il verde e gli spazi esterni saranno elementi importanti di questa giornata, tanto quanto gli oggetti esposti, giacché, soprattutto dove la cultura abbatte i muri, i bambini amano la libertà e l’aria aperta. Il programma è stato realizzato con la collaborazione dei Volontari del Servizio Civile Nazionale. Tutti gli incontri sono gratuiti, con pagamento (se previsto) del biglietto d’ingresso secondo tariffazione vigente”.

Rispondi