“È dedicato a ‘La salute del patrimonio storico artistico della sanità toscana’ il convegno che si tiene domani, giovedì 26 ottobre, dalle 10 alle 16 nella Sala conferenze dell’ospedale di Santa Maria Nuova, organizzato dal Servizio sanitario della Regione Toscana”. Lo comunica una nota della Regione Toscana. “Le Aziende sanitarie toscane sono proprietarie di beni storici e artistici di grande valore, che hanno bisogno di essere ‘curati’ e resi fruibili e accessibili alla comunità. Per questo motivo il Sistema Sanitario Toscano, aderendo all’iniziativa Art bonus, ha deciso di promuovere il recupero e il restauro di alcune proprietà. È proprio in questa ottica che il 26 ottobre gli operatori della sanità toscana che si occupano di beni storico-artistici si incontrano a Firenze per il convegno ‘La salute del patrimonio storico – artistico della Sanità toscana’, per confrontarsi con i professionisti della Soprintendenze toscane e le Associazioni no profit. Scopo dell’incontro, confrontarsi sui modi e tempi di una più forte collaborazione tra istituzioni pubbliche e private al fine di valorizzare al massimo il patrimonio storico, artistico e scientifico posseduto dal Sistema sanitario toscano”.

“Dopo i saluti di Monica Barni, vicepresidente della Regione e assessore alla cultura, Stefania Saccardi, assessore al diritto alla salute, e Paolo Morello Marchese, direttore generale della Asl Toscana centro, gli interventi degli esperti sulla riforma Franceschini e le sue ricadute sulla sanità toscana, la politica della Regione Toscana, gli interventi di tutela del patrimonio storico-artistico delle aziende sanitarie toscane, il contributo dell’associazionismo, l’Art bonus. Nel pomeriggio, una tavola rotonda”.

Rispondi